Il Giappone limita la possibilità di download illegali di opere protette da copyright

Tempo di lettura: 1 minuto

Il governo ha chiesto di ampliare la portata dei download illegali, attualmente limitati a video e musica, a tutti i materiali protetti da copyright. Vuole punire i trasgressori gravi in ​​quanto le perdite per i detentori del copyright, causate dalla , sono in aumento.

Si stima che il sito di pirateria giapponese Mangamura, che ha avuto oltre 100 milioni di colpi al mese prima di essere disabilitato nell’aprile dello scorso anno, abbia causato perdite agli per oltre 300 miliardi di yen ($ 2,75 miliardi) tra settembre 2017 e febbraio 2018.

L’agenzia culturale ora mira a finalizzare il nuovo piano entro gennaio e presentare un per modificare la legge sul copyright alla prossima sessione ordinaria sulla Dieta che verrà convocata all’inizio del prossimo anno.

Nella nuova proposta, il panel ha affermato che sono necessarie ulteriori discussioni per decidere se limitare la portata degli atti illegali al download completo di opere originali, escluse parodie e opere derivate e download da siti di pirateria.

Fonte