Il cannabidiolo (CBD) metabolita della Cannabis sativa

Il CBD potenzia l’efficacia analgesica del THC prolungandone la durata di azione (attivando la pathway serotoninergica a livello del rafe dorsale) e al tempo stesso ne riduce gli effetti collaterali su , respirazione e .

In particolare il CBD interagisce come antagonista verso i recettori GPR55, verso i recettori vanilloidi TRPV1 e TRPV2 e come agonista verso i recettori per la serotonina 5-HT1a.

Il cannabidiolo è inoltre un antagonista, non specifico, dei recettori CB1 e CB2, dei recettori μ- (MOR) e δ- (DOR) e di altri neurotrasmettitori.

Fonte: Wikipedia