I Ceci, nuovo ingrediente nelle tavole degli Americani

Tempo di lettura: 1 minuto

L’Hummus alias , è uno dei primi generi alimentari di prestigio”, dice Ali Bouzari, scienziato del cibo e consulente culinario che aiuta le aziende a sviluppare nuovi . Il picco nell’interesse dei ceci, negli Stati Uniti, è talmente elevato che si riflette anche nei dati di ricerca su Internet nei motori di ricerca.

In Medio Oriente, Asia meridionale, Africa e Mediterraneo, i ceci sono un ingrediente comune nella cucina quotidiana da migliaia di anni. “La ragione per cui il cece è cresciuto e consumato così in modo elevato, in quelle aree, è grazie al suo valore nutrizionale”, dice Douglas Cook, capo del laboratorio di ceci dell’Università della California a Davis.

Una delle più grandi vendite di ceci ai moderni consumatori è il suo contenuto di ​​e fibre.

Per quelli con o restrizioni dietetiche, nel frattempo, i ceci sono un alimento da tenere presente poiché tale legume tende a non innescare reazioni, rispetto al grano o alla soia, fornendo allo stesso tempo una fonte di proteine ​​non animali.

Per i , i o gli onnivori che vogliono mangiare meno carne, i ceci sono una alternativa. “È disponibile in tutte le cucine, quindi è una cosa abbastanza facile da adattare alle diete delle persone”, dice Alicia Kennedy, una scrittrice di cibo vegana.

“Il cece è molto efficiente in termini di utilizzo dell’acqua e, in gran parte del mondo, è cresciuto come coltura a pioggia”, secondo UC Cook di Davis. Inoltre, arricchisce il terreno in cui cresce: i ceci, come gli altri legumi, rilasciano azoto nel terreno. Cook dice che riduce la necessità di uno degli elementi più costosi e dannosi per l’ambiente della coltivazione di alimenti industriali.

Fonti varie