Hacking tramite WhatsApp: rapporto

Tempo di lettura: 1 minuto

Gli alti funzionari delle autorità in diverse località internazionali alleate degli Stati Uniti si erano concentrati all’inizio di questi 12 mesi con un programma di software che utilizzava di Fb per rilevare i telefoni dei , in linea con le persone a conoscenza delle indagini della società di messaggistica.

Fonti a conoscenza dell’ interna di WhatsApp sulla violazione citano che una parte “significativa” delle vittime riconosciute sono autorità di alto profilo e ufficiali dell’esercito dispiegati in almeno 20 località internazionali in 5 continenti.

Alcune vittime si trovano negli Stati Uniti, negli Emirati Arabi Uniti, in Bahrein, in Messico, in Pakistan e in India.

L’intrusione di WhatsApp potrebbe avere ampie sanzioni politiche e diplomatiche.

Il programma software di proprietà di Fb sostiene che NSO Group ha costruito e offerto una piattaforma di hacking che ha sfruttato un difetto nei server di proprietà di WhatsApp, per aiutare gli acquirenti a entrare nei di almeno 1.400 clienti tra il 29 aprile 2019 e il 10 maggio 2019 .

WhatsApp ha intentato una causa contro lo sviluppatore di strumenti di hacking israeliano NSO Group.