Gruppo (BEI), Commissione europea sostiene nuova politica prestito in campo energetico

impatto-ambientale-combustibili-fossili

Tempo di lettura: 1 minuto

La sostiene la nuova politica di prestito in campo energetico adottata nella riunione di ieri del consiglio di amministrazione del Gruppo banca europea per gli investimenti (BEI), che aiuterà la banca ad allinearsi pienamente all’accordo di Parigi.

La Commissione, che ha votato a favore della proposta, ritiene che la transizione verso l’ debba essere graduale, socialmente equa, basata su un’ampia gamma di fonti e e attuata senza lasciare indietro nessuna regione.

Essa sostiene un aumento dei finanziamenti a favore delle energie a basse emissioni di , con conseguente graduale eliminazione del sostegno ai progetti nel campo dei , incluso il .

La Commissione è soddisfatta che il consiglio di amministrazione della BEI abbia raggiunto un accordo su un regime transitorio per l’eliminazione graduale dei progetti nel settore del gas, compresi i progetti essenziali riguardanti le interconnessioni e lo stoccaggio del gas, i cosiddetti “progetti di interesse comune”, che sono importanti per la sicurezza europea degli approvvigionamenti.

L’UE è fortemente impegnata a ridurre le emissioni di gas a responsabili dei e ha adottato il quadro legislativo più avanzato per conseguire entro il 2030 gli obiettivi climatici ed energetici che si è prefissata. L’impegno a lungo termine della Commissione per un sistema energetico completamente decarbonizzato rientra nella sua strategia per il 2050.

Fonte
ec.europa.eu