Greta Thunberg a bordo yacht a vela Malizia II by Marina Mayflower

Tempo di lettura: 1 minuto

Greta Thunberg, l’attivista sedicenne del cambiamento climatico, che ha ispirato le proteste studentesche in tutto il mondo, lascerà Plymouth, in Inghilterra per svolgere un viaggio di due settimane negli Stati Uniti, ma dicono fonti locali non sarà una crociera di piacere.

La giovane svedese, il mese scorso, ha annunciato che, sebbene non volasse alle conferenze ambientali, aveva trovato il modo di arrivarci senza danneggiare il pianeta.

Infatti, Pierre Casiraghi, nipote del defunto Principe Rainier III di Monaco e dell’attrice americana Grace Kelly, e il collega yachtista Boris Herrmann, le hanno proposto il passaggio su uno yacht da regata.

“Non è molto lussuoso, non è molto elegante ma non ne ho bisogno. Ho solo bisogno di un letto e solo le cose basilari “, ha detto Greta Thunberg. “Quindi penso che sarà divertente, e penso anche che sarà divertente essere isolati e non essere così limitati.”

Navigando sulla Malizia II da 60 piedi (18 metri), equipaggiata con pannelli solari e turbine sottomarine per generare elettricità, Thunberg effettuerà un viaggio transatlantico a zero emissioni di carbonio.

La barca a vela è costruita per regate offshore ad alta velocità, con un peso ridotto al minimo.

Le uniche modifiche al viaggio sono il montaggio di tende davanti alla cuccetta e l’aggiunta di materassi per il massimo comfort. Non ci sono servizi igienici o doccia fissa. C’è una piccola cucina a gas e il cibo verrà liofilizzato.

All’interno, lo yacht ricorda l’interno di una lattina. È scuro e grigio, senza finestre sotto il ponte.

Thunberg sarà accompagnata nel suo viaggio transatlantico da suo padre Svante e dal regista Nathan Grossman di B-Reel Films, che documenterà il viaggio. Ha portato audiolibri e ha quaderni da riempire.

L’Oceano Atlantico, nella stagione degli uragani, può essere un luogo pericoloso soprattutto per imbarcazioni a vela di piccolo cabotaggio.

Fonte