Gli Stati Uniti difenderanno “vigorosamente” lo Stretto di Hormuz

Trump - Presidente USA

Tempo di lettura: 1 minuto

Gli continuano a cercare di creare una per garantire la marittima nello Stretto di Hormuz, una via vitale per collegare i produttori di del con i loro clienti in Asia, Europa e .

“Stiamo parlando alla del diritto alla libertà di in Medio Oriente che include attraversamenti attraverso lo Stretto di Hormuz e Bab al Mandeb”Il generale Kenneth McKenzie, capo del Comando centrale degli Stati Uniti, ha riconosciuto alla stampa la base aerea di Prince Sultan nei dintorni di Riyadh.

Nonostante gli sforzi diplomatici di Washington dal recente Vertice del G-20, l’obiettivo di offrire una scorta alle navi commerciali che attraversano la regione non si è ancora concretizzato.

“Lavoreremo molto vigorosamente con i nostri partner per consentire il libero passaggio di petrolio e altri prodotti nella regione”, ha promesso il soldato in pieno svolgimento. “Non crediamo che una guerra con l’Iran sia inevitabile e non la stiamo cercando, ma stiamo cercando di dissuadere l’Iran dallo svolgere azioni destabilizzanti e maligne nella regione”, ha detto McKenzie.

ha assicurato dalla Casa Bianca che l’apparato iraniano si era avvicinato a meno di mille metri (914 metri). “Stava minacciando la sicurezza della nave e del suo equipaggio.” Allo stesso tempo, il chiamò “le altre nazioni per proteggere le loro navi, mentre attraversavano lo stretto” di Hormuz.

non ha ancora commentato.

La demolizione arriva quasi un mese dopo che l’Iran ha rovesciato un drone americano RQ-4 nelle acque di Hormuz.

L’Iran addusse, con le immagini dei suoi radar, che il dispositivo aveva penetrato il suo spazio aereo, motivo per cui agiva in base a motivi difensivi.

Al momento, Washington non ha specificato esattamente dove si trovava il drone iraniano al momento di essere abbattuto.

Fonte
elmundo.es