Giurisdizione universale

La giurisdizione universale consente agli Stati o alle organizzazioni internazionali di rivendicare la giurisdizione penale su una persona accusata indipendentemente da dove il presunto crimine è stato commesso, e indipendentemente dalla nazionalità dell’imputato, dal paese di residenza o da qualsiasi altra relazione con l’ente che procede. I crimini perseguiti sotto la giurisdizione universale sono considerati crimini contro tutti, troppo gravi per tollerare l’ arbitrato giurisdizionale.

Il concetto di giurisdizione universale è quindi strettamente legato all’idea che alcune norme internazionali sono erga omnes , o dovute all’intera mondiale, così come al concetto di jus cogens – che certi obblighi di legge internazionale sono vincolanti per tutti gli stati.

Secondo , un sostenitore della giurisdizione universale, alcuni reati rappresentano una minaccia così grave per la nel suo insieme che gli stati hanno il dovere logico e morale di perseguire un individuo responsabile; pertanto, nessun luogo dovrebbe essere un rifugio sicuro per coloro che hanno commesso genocidio , crimini contro l’umanità , esecuzioni extragiudiziali , , torture e sparizioni forzate .

Avversari come Henry Kissinger , che è stato chiamato a testimoniare sull’Operazione Condor del governo degli Stati Uniti in un spagnolo, sostengono che la giurisdizione universale è una violazione della sovranità di ogni stato : tutti gli stati sono uguali nella sovranità, come affermato dal Carta delle Nazioni Unite , “[w] idespread accordo che le violazioni dei diritti umani e crimini contro l’umanità devono essere perseguiti ha ostacolato la considerazione attiva del ruolo adeguato dei tribunali internazionali.La giurisdizione universale rischia di creare tirannia universale – quella dei ”.

Secondo Kissinger, in pratica, dal momento che qualsiasi numero di Stati potrebbe istituire tale tribunali universali di giurisdizione , il processo potrebbe rapidamente degenerare in processi di show guidati politicamente per tentare di mettere un timbro quasi giudiziario sui nemici o sugli avversari di uno stato.

Il risoluzione del delle Nazioni Unite 1674 , adottata dal delle Nazioni Unite del 28 aprile 2006, “Riaffermare [ndr] le disposizioni dei paragrafi 138 e 139 del vertice mondiale del 2005 documento finale per quanto riguarda la responsabilità di proteggere le popolazioni dal genocidio , crimini di guerra , pulizia etnica e crimini contro l’umanità “e impegna il ad agire per proteggere i civili nei .

Fonte