Giro della Toscana: Nuovo look del sito web (Aggiornamento Maggio 2018 – per dovere di cronaca)

Tempo di lettura: 2 minuti

Il sito web Giro della Toscana, creato nel 2008 dagli organizzatori dell’evento sportivo agonistico di cicloturismo, ha cambiato il suo obiettivo nel 2018, per fornire un contenitore di notizie oltre ai dati statici sulla gara di Gran Fondo, diventando un magazine. La denominazione “Giro Cicloturistico della Toscana” nasce, grazie a Enzo Scarselli, nel 1980, ma questa tipologia di eventi sportivi erano nati nel 1975 quando il G.C. Due Strade iniziò ad organizzare dei raduni cicloturistici su distanze brevi (intorno ai 50 km.); nel 1977, per la voglia di cimentarsi in qualcosa di più avvincente, dettero il via al primo raduno con lungo chilometraggio (180Km.), una distanza considerata a quel tempo proibitiva per la categoria.


NOTA – AGGIORNAMENTO MAGGIO 2018
Per diritto di cronaca e dovere di verità secondo la deontologia professionale dei giornalisti.

Il sito web girodellatoscana.it, dalla fine del mese di Aprile 2018, non è collegato con altri che hanno contenuti simili e trattano i dati tecnici e le foto sul Giro Cicloturistico della Toscana. Il magazine è dedicato al fondatore dell’evento sportivo, Enzo Scarselli. La testata è un supplemento della Ememgi agenzia di stampa ed ha una redazione di giornalisti.

Ogni provento che viene ricavato serve per mantenere on line l’archivio storico sull’evento sportivo, dal 2008 al 2017; pagare le spese e le collaborazioni dei giornalisti che collaborano in questo magazine.

Qualora l’archivio fotografico storico dovesse venir cancellato, su richiesta di coloro che hanno i diritti sul materiale pubblicato, sappiate che tale loro richiesta è legittima, se pur a danno della memoria di Enzo Scarselli e di coloro che, dal 2008 al 2017, hanno dedicato tempo, passione, per dare visibilità a questo evento sportivo, organizzato dal Bicisport.

Per qualsiasi controversia su quanto sopra, i contenuti del sito web, e quanto altro accaduto a danno della reputazione EMMEGI, rivolgersi al nostro consulente legale, Avv. Simone
Valenti.