Ginevra, Asta per collezione supercar vicepresidente equatoriano Teodorin Nguema Obiang

Tempo di lettura: 2 minuti

Bonhams ha effettuato l’offerta di 25 supercar il 29 settembre. I banditori avevano stimato che la vendita avrebbe raccolto oltre 12 milioni di euro ($ 13,1 milioni). Alla fine, sono stati venduti per circa $ 27 milioni.

Una delle auto, una , è andata a 8,28 milioni di franchi svizzeri ($ 8,32 milioni). L’auto viene fornita con documenti di registrazione equatoguinesi. Ha percorso solo 325 km, ha detto Bonhams, ma ha un leggero graffio sulla ruota posteriore destra. Solo tre di queste auto furono mai costruite.

Un altro, un Koenigsegg One: 1 è andato a 4,6 milioni di franchi svizzeri ($ 4,62 milioni). I piani di Bonhams per la vendita avevano suscitato alcune critiche. Koenigsegg aveva criticato l’offerta dell’auto senza riserve e per la stima – a $ 2,18 milioni – essendo troppo bassa. Questo, ha affermato il costruttore, era “ingiusto nei confronti del venditore e dell’auto”.

Il venditore era lo stato di , che aveva sequestrato la raccolta dal funzionario equatoguiniano nel 2016. I sequestri si sono verificati durante un’indagine su accuse di cattiva condotta negli uffici pubblici. Lo stipendio ufficiale di Teodorin è di $ 100.000 all’anno.

Lo stesso anno, le autorità olandesi hanno anche sequestrato lo yacht Ebony Shine da 120 milioni di dollari. La Guinea Equatoriale aveva affermato che lo yacht, che aveva due vasche idromassaggio e un cinema per 12 persone, era di proprietà del suo Ministero della Difesa.

Teodorin, il figlio maggiore del presidente Teodoro Obiang Nguema, è stato nominato vicepresidente nel 2016. In precedenza, era stato ministro delle foreste. Quando il vicepresidente ha visitato il Brasile nel 2018, circa $ 16 milioni in contanti e orologi sono stati sequestrati dalla sua delegazione. Le autorità francesi hanno confiscato un palazzo da 27 milioni di dollari da Teodorin nel 2017.

Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti (DoJ) ha raggiunto un accordo con Teodorin nel 2014. Ha accettato di rinunciare a 30 milioni di dollari e di pagare altri 1 milione di dollari per i “memorabilia di Michael Jackson” già portati fuori dagli Stati Uniti, tra cui il famoso guanto con borchie di cristallo del cantante .

Il petrolio è stato scoperto al largo della Guinea Equatoriale al largo della metà degli anni ’90 e lo sviluppo è stato rapido, trainato in gran parte dalle società statunitensi. Negli ultimi anni, la produzione di petrolio è diminuita e il paese ha spostato la sua attenzione sulla produzione di gas. Ha un impianto di GNL a un treno e si è discusso di espandere questo e di perseguire un progetto di GNL galleggiante (FLNG).

I cittadini della Guinea Equatoriale vedono pochi benefici dalle ricchezze di idrocarburi, nonostante abbiano il più alto reddito pro capite tra gli stati africani. La politica è dominata da un partito, il Partido Democratico de Guinea Ecuatorial (PDGE) di Obiang. Il paese ha lottato economicamente negli ultimi tempi a causa della sua dipendenza dalle esportazioni di idrocarburi.

Fonte