Giappone subisce peggiore crisi economica degli ultimi cinque anni

Tempo di lettura: 1 minuto

Il ha subito la peggiore contrazione del PIL trimestrale in più di cinque anni, con un aumento delle tasse e un tifone mortale che ha messo a dura prova la terza più grande del mondo. Il prodotto interno lordo della nazione nei tre mesi a dicembre si è ridotto dell’1,6 per cento rispetto al trimestre precedente, anche prima che il nuovo scoppio del in colpisse il , secondo i dati ufficiali pubblicati lunedì 17 Febbraio 2020.

Il trimestre è stato caratterizzato da un aumento dell’imposta sui consumi dall’8% al 10%, nonché dal tifone Hagibis, che ha ucciso oltre 100 persone e causato inondazioni diffuse.

Gli economisti si prepararono a una contrazione di circa l’uno percento, ma non si aspettavano una cifra così scarsa, con Takeshi Minami, capo del Norinchukin Research Institute, che affermava che era “piuttosto un ribasso”.

I dati di lunedì hanno registrato una crescita di quattro quarti ed è stata la maggiore contrazione dal secondo trimestre del 2014, quando l’economia si è ridotta dell’1,9 per cento.

I consumi privati ​​sono stati duramente colpiti, scendendo del 2,9 per cento – il primo calo in cinque trimestri.

Le spese per fabbriche e attrezzature sono diminuite del 3,7%, nonostante gli abbiano beneficiato di sistemi di pagamento senza contanti che consentono ai di alleviare l’aumento delle imposte sui consumi.

Il governo giapponese stanzierà 15,3 miliardi di yen ($ 139 milioni) per combattere l’impatto economico del virus, comprese misure per migliorare le ispezioni aeroportuali e la di test.

Fonte : digit journal .com