Geoingegneria Climatica, Nella troposfera e nella stratosfera

Tempo di lettura: 1 minuto

Mentre nella troposfera si studia come creare nuvole artificiali che riflettano la luce prima che colpisca le acque sottostanti, nella più alta stratosfera si potrebbe attuare un’altra strategia ispirata anche in questo caso a un fenomeno naturale.

Il Centro USA sulla ricerca atmosferica ha studiato come l’eruzione del vulcano Pinatubo abbia influenzato il clima mondiale almeno per un paio d’anni con l’emissione di 20 milioni di tonnellate di anidride solforosa in .

Da questo fenomeno è nata l’idea di lanciare polveri di solfuri in atmosfera usando razzi o aerei per creare nuvole in grado, secondo le stime, di eliminare l’effetto riscaldante di diverse migliaia di tonnellate di CO2 con un solo chilogrammo di solfuri.

Anche in questo caso seguono diverse considerazioni: i moti convettivi dominanti tenderebbero a fare migrare gli aerosol verso i tropici, raffreddandoli, ma a spese delle zone polari, dove proseguirebbe lo scioglimento di ghiacciai e calotta polare.

Inoltre, bisognerebbe considerare che la schermatura degli strati sottostanti potrebbe comportare un cambio di direzione delle correnti.

Se le correnti in quota dovessero trasportare questi aerosol verso i poli, questi danneggerebbero lo strato di ozono che ci protegge dai e la lenta ricaduta dei solfuri in mare e sui suoli avrebbe conseguenze su , colture e fauna.

Fonte: Eni : com