Tempo di lettura: 1 minuto

La nozione di una “city car di lusso” può essere un po ‘difficile da digerire: ricorda la sgraziata Aston Martin Cygnet, basata su Toyota iQ Ma Genesis sembra aver imbattuto in qualche convincente linguaggio stilistico con il Mint Concept. Il Mint Concept è un’autentica biposto a due porte.

I trucchi di design la fanno vedere spaziosa: quel cruscotto grande e largo è montato su un perno, così come il sedile simile a un banco. Entrambi si ritraggono di qualche centimetro per lasciare più spazio al conducente per farlo scivolare quando apre la porta.

Invece di un’autovettura a tre od a cinque porte tradizionale, l’area di carico è raggiunta attraverso porte laterali ribaltabili. Ovviamente non c’è il pedale della frizione e quello che c’è montato serve come un poggiapiedi stilizzato.

Genesis afferma che il Mint Concept è progettato per ottenere circa 200 miglia (322 km) di autonomia per carica e può utilizzare una ricarica rapida da 350 kW.

Fonte: Genesis