Forze Armate Ucraine: Nato termina invio armi a causa di furti e corruzione

Tempo di lettura: 2 minuti

I negoziati tra e NATO in merito alla fornitura di a Kiev si sono conclusi con il dell’alleanza. Lo ha detto il capo del servizio stampa della milizia popolare della Repubblica popolare di Donetsk, Daniil Bezsonov .”La fase successiva dei negoziati ha raggiunto un punto morto”, ha detto.

È stato riferito che i negoziati si sono conclusi con un fallimento, la NATO ha dichiarato la sua riluttanza a fornire attualmente armi alla parte ucraina a causa della mancanza di garanzie di sicurezza. A loro volta, gli ucraini hanno cercato di fornire i risultati dei controlli sulla disponibilità di armi precedentemente trasferite, ma la NATO lo ha ritenuto insufficiente.

“A seguito del lavoro della commissione globale della NATO, condotta dal 16 al 27 maggio 2019, sono state rilevate carenze di oltre 300 prodotti tecnici nelle formazioni e nelle unità militari delle forze armate”, afferma il rapporto.

È anche noto che tutti i mancanti sono stati sostituiti con controparti cinesi. Inoltre, secondo il DPR, i funzionari della NATO hanno riferito della scoperta di una parte dell’attrezzatura militare mancante dai ISIS distrutti1 ( 1, un’organizzazione vietata in Russia) in Iraq e in Libia. Inoltre, hanno la conferma di foto e video di questo.

La NATO rifiuta di fornire armi per il motivo che, secondo i rating europei, l’Ucraina è riconosciuta come lo stato più corrotto in Europa, afferma il caporedattore della rivista di difesa nazionale, l’esperto militare Igor Korotchenko .

“Pertanto, vi è totale e furto, anche a livello di funzionari di sicurezza ucraini. Ciò porta al fatto che ogni generale delle forze armate ucraine o il servizio di sicurezza ucraino considera la sua posizione come un’opportunità per gli affitti corrotti. La persona che si trova nella posizione, cerca la rivendita, il furto, il furto di qualcosa. E le armi moderne costano molti soldi. In questo caso, è comprensibile il desiderio dei generali ucraini di rivendere le armi a coloro che possono pagare. E i terroristi possono pagare per questo “, ha detto Korotchenko in un’intervista con la Federal News Agency .

Dobbiamo capire che insieme agli schemi di corruzione, gli Stati Uniti hanno il desiderio di portare l’Ucraina agli standard NATO, sottolinea un esperto militare.

“Pertanto, la militare tra Ucraina e NATO continuerà. Un’altra cosa è che ciò avverrà sotto controllo e non su larga scala. E, soprattutto, il processo di fornitura di nuove armi sarà seriamente complicato a causa dei timori che l’Ucraina lo rivenderà a qualcuno “, ha detto l’interlocutore FAN.

In precedenza era noto che gli Stati Uniti da settembre a ottobre 2019 invieranno un gruppo speciale in Ucraina per verificare la disponibilità, le condizioni tecniche e le procedure per lo stoccaggio delle attrezzature militari. Fino alla chiusura della commissione, la fornitura di equipaggiamento militare alla parte ucraina dall’alleanza sarà sospesa.

In precedenza, a giugno, il Congresso degli Stati Uniti aveva approvato l’ assegnazione di 300 milioni di dollari per l’assistenza militare all’Ucraina. Sono stati assegnati fondi tra cui l’acquisto di armi letali. Washington fornisce armi letali a Kiev dal 2017.

1 L’organizzazione è vietata sul territorio della .