Filippine, disegno di legge: cessazione del matrimonio

Tempo di lettura: 1 minuto

Un comitato della ha approvato ieri in linea di principio il di scioglimento del , una misura equivalente al divorzio in altri paesi.

Parlando dinanzi al comitato parlamentare sulla popolazione e le relazioni familiari, Lagman ha affermato che la misura proposta è una versione consolidata di tre progetti di divorzio.

Prima della sua rielaborazione, la Camera del 17 ° Congresso (luglio 2016-giugno 2019) ha votato per approvare il disegno di legge approvato dall’allora presidente Pantaleon Alvarez con un voto di 134-57-2.

I suoi colleghi del TWG sono Rep. Arlene Brosas del gruppo femminile Gabriela; Ma. Victoria Umali di A-Teacher party-list; Juliet Marie Ferrer di Negros Occidental e Ma. Lourdes Acosta-Alba di Bukidnon.

Alvarez, che rappresenta ancora il primo distretto congressuale di Davao del Norte, ha affermato che le e la Città del – dove risiedono e i suoi compagni cardinali celibi – sono gli unici luoghi al mondo che non hanno alcuna legge sul divorzio.

Poiché nessuno tra i cardinali e i sacerdoti in Vaticano è nemmeno sposato, Alvarez ha detto: “Quindi, siamo gli unici (senza una legge sul divorzio) ad essere precisi”.

Le Filippine, l’unica nazione cristiana in Asia, hanno l’85 percento dei suoi 105 milioni di abitanti considerati . Al contrario, la Città del Vaticano ha solo una popolazione di 801 basata sulle statistiche del 2018.

Ma il vicepresidente Eddie Villanueva, membro dell’elenco dei cittadini Battaglia contro la (CIBAC), ha contestato l’approvazione del disegno di legge Lagman.

Villanueva, e capo di Gesù è Lord Movement, ha insistito sul fatto che il divorzio sanzionato dallo stato avrebbe solo rovinato la santità del matrimonio e distrutto le famiglie.

Fonte