Ferdinand von Hompesch zu Bolheim

Tempo di lettura: 1 minuto

Ferdinand von Hompesch zu Bolheim (Bolheim , oggi parte della città di Herbrechtingen, Württemberg, , 9 novembre 1744 – , 12 maggio 1805) è stato Gran Maestro dell’ dal 6 luglio 1797 alle sue dimissioni, concesse il 17 luglio 1799.

Durante i suoi anni di governo a Malta elevò i villaggi di Żabbar, Zeitun e Suggeui allo status di città.

Quelli erano ad ogni modo tempi difficili per l’Ordine, e anche per i maltesi.

Molti abitanti, infatti, intendevano organizzare delle rivolte per liberarsi dei cavalieri.

Egli dovette consegnare Malta al Generale francese quando, nel corso della Campagna d’, sbarcò a Malta con grandi forze, nel luglio del 1798. Malta era stata la sede dell’Ordine sin dal 1530. Le regole dell’ordine, impedivano ai cavalieri di combattere contro altri cristiani e molti cavalieri non si opposero alle forze francesi. Ferdinand von Hompesch zu Bolheim lasciò l’isola pacificamente con molti altri membri dell’Ordine. Il nuovo quartier generale temporaneo dell’Ordine di Malta prese sede a San Pietroburgo, in , per poi trasferirsi a in Italia, e successivamente a Lubiana, nell’attuale .

Dopo le sue dimissioni, nel 1799, Hompesch si recò in Austria ed in Italia. Nel 1804, si recò a Montpellier, in Francia, dove morì l’anno successivo, povero e dimenticato da tutti.