Estonia, Europa unita puo’ superare il coronavirus

Tempo di lettura: 3 minuti

L’unità e la cooperazione in tutta l’Unione europea aiuteranno a superare la pandemia di , ha detto martedì sera il Primo Ministro Jüri Ratas (Centro) in una riunione ad alto livello della leadership del sindacato. Ulteriori controlli alle frontiere esterne dell’Unione europea devono essere imposti.

Il primo ministro ha preso parte a una videoconferenza con i leader di tutti i 27 Stati membri dell’UE e con i rappresentanti delle sue istituzioni e ha sottolineato che l’unità e la cooperazione aiuteranno gli Stati membri a superare il coronavirus e i suoi effetti.

Ratas ha anche fornito una panoramica delle azioni dell’ volte a frenare la diffusione del coronavirus, nonché rilevando l’importanza di consentire al mercato interno europeo di continuare a funzionare il più possibile e garantire che la libera circolazione di servizi e prodotti vitali sia stata non ostacolato.

Allo stesso tempo, mentre questo doveva essere bilanciato con i controlli alle frontiere volti a fermare la diffusione del coronavirus, il primo ministro ha affermato che coloro che desiderano tornare a casa rapidamente attraverso altri Stati membri non dovrebbero essere ostacolati.

L’UE fornisce 295 milioni di euro all’Estonia per combattere il coronavirus
“Stiamo lavorando con il servizio estone estone in modo che la nostra gente possa tornare a casa rapidamente”, ha detto.

All’inizio della settimana, oltre 70 cittadini estoni sono rimasti intrappolati sul confine tedesco-polacco dopo che gli era stato promesso il passaggio di scorta attraverso la Polonia – che ha chiuso i suoi confini domenica – verso gli Stati baltici. Questa offerta non si materializzò nella realtà, con alcuni tra quei recinti rompersi bloccati per tornare attraverso il territorio tedesco verso il porto sul Mar Baltico di Travemünde.

Una nave gestita da Tallink è stata spedita martedì sera per riportare indietro molti di quelli bloccati.

Sono state imposte restrizioni di 30 giorni ai viaggi verso paesi dell’UE e non appartenenti all’area Schengen

Sotto la guida del presidente del Consiglio europeo Charles Michel, i capi di Stato e di governo dell’UE hanno anche discusso della protezione delle frontiere esterne dell’UE per prevenire la diffusione del coronavirus COVID-19, la cooperazione alle frontiere interne, l’acquisto congiunto di attrezzature mediche, la ricerca e lo sviluppo trovare vaccini e mitigare gli effetti economici causati dalla crisi del virus.

I capi degli Stati membri hanno approvato le linee guida sulle misure di frontiera presentate dalla Commissione europea agli Stati membri, che si concentrano sulla gestione delle frontiere in modo da ridurre il rischio per la salute umana, ma garantisce l’accesso a beni e servizi essenziali, secondo il governo comunicato stampa.

Le misure stabiliscono inizialmente una restrizione di 30 giorni ai viaggi discrezionali verso i paesi dell’area Schengen dell’UE e di paesi terzi. Secondo quanto riferito, gli Stati membri devono garantire l’introduzione e l’attuazione delle restrizioni ai viaggi di cittadini di paesi terzi alle frontiere esterne dell’UE.

Sono stati inoltre discussi altri modi per mitigare l’impatto della diffusione del virus sull’economia europea.

La Commissione europea ha già avviato una serie di misure, tra cui la flessibilità nell’uso dei fondi dell’UE.

Trentasette euro stanziati dai fondi strutturali proposti dalla Commissione europea per mitigare l’impatto della crisi includeranno poco meno di 300 milioni di euro da utilizzare in Estonia.

I fondi mirano a sostenere l’assistenza sanitaria e a ridurre l’impatto della crisi sulle piccole e medie imprese e sul mercato del lavoro, evitando anche grandi licenziamenti e perdite di reddito.

Alla riunione hanno partecipato i capi di governo e / o capi di stato di tutti i 27 Stati membri dell’Unione europea, il presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, il presidente della Banca centrale europea Christine Lagarde e il presidente dell’Eurogruppo Mario Centeno.

Ulteriori incontri di videoconferenza simili che coinvolgono i leader dell’UE sono previsti per le prossime settimane.

Scarica subito l’app ERR News per Android e iOS e non perdere mai un aggiornamento!

Fonte Andrew Whyte – news err .ee