Enorme quantità di energia consumata dai data center

Tempo di lettura: 2 minuti

Guardando la televisione, caricando foto su Instagram o ottenendo nuove app per i nostri , utilizziamo la che è Internet quasi costantemente. Abbiamo case piene di dispositivi intelligenti: pensate a frigoriferi collegati a Internet, streaming video e persino .

Quei miliardi di gigabyte di dati fluiscono dai nostri dispositivi nel “cloud”, ma finiscono per andare ai “veri” data center, enormi edifici pieni di server. L’ consumata dai data center in tutto il mondo ha già raggiunto il 2,0 percento, ma si prevede che entro il 2030 tale percentuale raggiungerà l’11,0 percento a livello globale.

Abbiamo avuto uno spostamento globale verso la tecnologia basata su cloud – e l’ascesa di nuove tecnologie come reti 5G, robotica, e – significa che il consumo di elettricità nei data center continuerà a salire.

Mentre i nostri dispositivi individuali possono consumare pochissima energia, sono i server bloccati nei data center che agiscono come il loro cervello elettronico che sono i “maiali dell’energia”. E i data center sono grandi affari da soli, con la sola costruzione che costa $ 20 miliardi all’anno in tutto il mondo.

Anders Andrae, un ricercatore di Huawei Technologies Svezia le cui stime sono spesso citate, ha detto a CBC News in una e-mail che si aspetta che i soli data center del mondo divorino fino a 651 terawattora di elettricità nel prossimo anno. Questa è quasi la stessa quantità di elettricità prodotta dall’intero settore energetico in Canada.

Gli ospitano tre milioni di data center o circa uno per ogni 100 americani. Un gran numero è raggruppato nella contea di Loudoun, nel nord della Virginia. Amazon, Microsoft e gestiscono i data center lì e si stima che il 70 percento dei dati del mondo attraversi questi centri.

Le differenze nelle di tra data center con diverse fonti energetiche possono essere drammatiche, afferma Geoff Fox, capo innovazione di DigiPlex, che costruisce e gestisce centri in Scandinavia.

Con tutte queste informazioni impressionanti, solo il 12% dei data center della Contea di Loudoun di Amazon e il 4,0% di Google sono alimentati da energia rinnovabile, nonostante la loro promessa di passare al 100% di energia rinnovabile, per fortuna.

Secondo i calcoli di Andrae, pubblicati sull’International Journal of Green Technology, i servizi basati su cloud rappresenteranno una parte considerevole dell’aumento dell’ inghiottito dai data center entro il 2030. “Questo diventerà completamente insostenibile entro il 2040”, ha scritto Andrae.

Una delle fonti dell’aumento del consumo di energia nei data center oggi è lo streaming di video da fonti come Netflix e Amazon Prime Video che consumano il 60,6% di tutto il traffico Internet, secondo la società di analisi di rete Sandvine, con sede a Waterloo, Ontario. Si prevede che questo numero continuerà a crescere.

Fonte : digitjournal.com

Related posts

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!