Dove sono i “divieti burqa” in Europa?

Tempo di lettura: 3 minuti

I divieti contro i rivestimenti per il viso di solito si concentrano su abiti che oscurano i lineamenti del viso di una persona. Sebbene i divieti coprano maschere e caschi per motociclette, colpiscono principalmente abiti religiosi, come il niqab o il burqa. Ecco perché sono spesso chiamati “divieti burqa”.

I burqa coprono tutto il corpo, coprendo gli occhi di chi lo indossa dietro una sorta di reticolo. I Niqab sono per il viso, ma non coprono gli occhi.

Diversi paesi dell’UE hanno i propri regolamenti e regole. Diversi hanno introdotto i divieti di burqa.

Paesi Bassi

Se ti copri il viso con un velo nei Paesi Bassi, dovrai affrontare una multa di almeno € 150 . Il divieto si applica non solo ai burqa e ad altri veli, ma anche ai caschi integrali e ai passamontagna. Non è chiaro se le autorità faranno rispettare la legge – molte città hanno affermato di non voler comminare multe.

I Paesi Bassi hanno introdotto il divieto dopo 14 anni di dibattito. Nel 2005, il olandese ha sorprendentemente votato a favore di una proposta di divieto assoluto di burqa che era stata introdotta dal legislatore di destra Geert Wilders. Il ha approvato una versione più mite della proposta nel 2016. Molti residenti olandesi considerano la politica come puramente simbolica – il quotidiano De Volkskrant ha scritto che tra le 200 e le 400 donne indossano regolarmente un burqa o un niqab nel paese di 17 milioni di persone.

I veli integrali sono illegali in Danimarca dal 1 agosto 2018 . Il parlamento danese ha convalidato la legge a maggio 2018: 75 voti a favore e 30 contrari. Le persone che infrangono la legge subiscono multe fino a € 135, che possono aumentare significativamente per i recidivi.

Austria

I veli per il viso sono stati vietati in Austria dal 2017 ai sensi di una legge nota come la legge contro il velo da indossare. La legge richiede alle persone di mostrare le loro caratteristiche facciali dal mento all’attaccatura dei capelli. Se quell’area non è visibile, devono affrontare una multa fino a € 150.

Bulgaria

Come i Paesi Bassi, la Bulgaria ha introdotto un divieto di burqa nel 2016. Chi lo indossa rischia una multa fino a 750 € se lo infrangono. Ci sono alcune eccezioni per le persone che praticano sport, al lavoro o in una casa di preghiera.

Belgio

Il Belgio ha il velo integrale in pubblico dal luglio 2011. Chiunque violi la legge rischia una multa o fino a sette giorni di reclusione. Il divieto riguarda un numero molto limitato di persone. Ci sono circa 300 persone che indossano un burqa o un niqab in Belgio, che ospita circa un milione di .

Le donne con il velo siedono in
La Germania non ha introdotto alcun divieto a livello nazionale di burqa o niqab

Francia

La Francia è stata la prima nazione europea a vietare a chiunque di indossare un velo integrale in pubblico con una legge corrispondente nell’aprile 2011. Per evitare accuse di discriminazione, la legge non fa esplicito riferimento alla religione ed è piuttosto vaga. Afferma che “a nessuno è permesso indossare abiti in pubblico che permetta loro di coprirsi il viso”.

L’ è stato bandito nelle scuole francesi dal 2004, incluso il velo. Ancora una volta, il numero di persone che indossano il velo in Francia è piccolo. Solo 2.000 dei cinque milioni di musulmani in Francia indossano un velo integrale.

Dibattiti altrove

Molti altri hanno discusso, o stanno discutendo, il divieto del velo integrale, tra cui Germania, Svizzera, Estonia, Lettonia, Lituania e . Parti della hanno introdotto divieti locali. L’Italia non ha discusso di tale mossa. Il paese ha vietato in generale gli abiti che mascherano l’identità di chi lo indossa dagli anni ’70.

Fonte
dw.com