Didi Chuxing lancia unita’ di guida autonoma

Tempo di lettura: 2 minuti

Didi Chuxing, gigante cinese che salta in sella, ha dichiarato lunedì di aver lanciato la sua unità di guida autonoma come società indipendente che si concentrerà sulla ricerca e cercherà di rafforzare la collaborazione con i produttori di automobili. Il capo della di Didi, Zhang Bo, è stato nominato amministratore delegato dell’unità di guida autonoma.

Secondo techcrunch.com, un sito Web che riporta notizie sulla tecnologia, il team di guida autonomo di Didi è stato creato nel 2016 e ha oltre 200 dipendenti in e negli Stati Uniti. Ora è gestito separatamente dalle operazioni principali di Didi.

Secondo la statunitense McKinsey, la tecnologia senza conducente è destinata a trasformare le infrastrutture di trasporto, logistica e trasporto a livello globale con fino al 15% delle auto vendute entro il 2030.

LEGGI DI PIÙ
Noon.com per provare i furgoni con consegna senza conducente a Dubai e Abu Dhabi

Incontra la Cooper SE: la BMW svela la prima Mini Cooper completamente elettrica

Jaguar abbraccia pienamente la rivoluzione delle auto elettriche

Il mese scorso, ha dichiarato che avrebbe iniettato $ 600 milioni (Dh2,2 miliardi) in Didi per aiutare la società a costituire un’impresa di gestione della flotta automobilistica, finanziando l’espansione dell’entità in perdita.

La giapponese lavorerà con Didi per fornire servizi quali auto e manutenzione. Toyota utilizzerà la sua tecnologia di auto connessa e un’analisi intelligente per sostenere il business di Didi, hanno affermato i partner in una nota.

Nel frattempo, a luglio, BP ha dichiarato che avrebbe costruito una rete di hub di ricarica per in Cina con Didi, in quanto la società britannica punta sul più grande mercato del mondo affinché tali auto possano trarre profitto quando si passa dal petrolio a carburanti più puliti.

BP gestisce un’attività di carburanti e convenienza in 18 paesi con oltre 18.700 siti, mentre Didi gestisce una piattaforma di trasporto mobile, offrendo agli utenti opzioni basate su app, incluso il .

La piattaforma di Didi ha 550 milioni di utenti e più di 600.000 veicoli elettrici corrono su di essa in Cina, ha detto BP.

La joint venture con BP svilupperà hub di ricarica per i conducenti di Didi e il grande pubblico e aggiungerà minimarket in futuro, ha detto BP.

L’impresa potrebbe costruire fino a 200 hub con più punti di ricarica entro la fine del 2020, ha detto un portavoce della BP.

Didi ha inoltre siglato una partnership strategica con Symphony Investment – che conta Emaar Properties, Aramex e Americana Group come investitori – a luglio.

Le parti costituiranno una joint venture con sede ad Abu Dhabi, con l’obiettivo di promuovere un’economia della condivisione e servizi al consumo di Internet nella regione. La Mubadala Investment Company di Abu Dhabi sta valutando l’adesione al consorzio per aiutare a espandere Didi nella regione.