Deutsche Bank vende $ 50 miliardi di attività indesiderata a Goldman

Tempo di lettura: 1 minuto

ha venduto $ 50 miliardi (£ 39 miliardi) in attività indesiderate a come parte della sua ristrutturazione, hanno detto tre persone a conoscenza della questione.

Le attività, legate al debito dei emergenti, facevano parte dell’unità di Deutsche di liquidare titoli indesiderati, hanno affermato le persone, confermando uno sviluppo segnalato per la prima volta da Bloomberg.

Nell’ambito di un’ampia revisione, Deutsche ha ceduto miliardi di attività in una cosiddetta unità di rilascio di capitale, chiamata anche . La vendita a Goldman segna l’ultimo di una serie di cessioni di tali beni.

L’unità conteneva 177 miliardi di euro ($ 195 miliardi) di esposizione alla fine del terzo trimestre. La punta a ridurlo a 119 miliardi di euro entro la fine di quest’anno.

Non è chiaro quanto la vendita a Goldman sia ridotta a quell’obiettivo perché i nominali $ 50 miliardi non sono paragonabili all’esposizione a leva, una misura del rischio.

Goldman ha acquistato il debito con uno sconto profondo e ritiene che possa trarre un modesto profitto dall’accordo, secondo una quarta persona che ha familiarità con la questione. Il libro probabilmente include i derivati, oltre al debito dei mercati emergenti, ha aggiunto la persona.

Deutsche ha dichiarato di aver venduto pacchetti di derivati ​​azionari in tre aste. Ora sta cercando di vendere derivati ​​azionari più complessi, un processo che richiederà un paio d’anni.

Deutsche ha anche siglato un accordo per trasferire la sua attività di intermediazione principale a BNP Paribas.

Deutsche Bank e Goldman Sachs hanno rifiutato di commentare.