Tempo di lettura: 1 minuto

L’inizio del Dakar Rally fu nel 1977 quando un esperto pilota francese di nome Thierry Sabine, stava gareggiando nell’Abidjan-Nizza e si perse nel deserto di Tenere nel centro-meridionale. Mentre tentava di riguadagnare le proprie posizioni, Sabine non poté fare a meno di notare che il deserto in cui si trovava sarebbe stato un fantastico terreno di prova per un evento di raduno a lunga distanza.

Quindi, una volta tornato alla civiltà, iniziò a dare un calcio all’idea di organizzare un nuovo evento di fuoristrada e, entro il 26 dicembre 1978, 182 concorrenti si stavano schierando per il primo Paris To Dakar Rally . Sebbene solo 74 ciclisti avrebbero completato il viaggio di circa 6.200 miglia, la Dakar è nata.

Negli anni che seguirono, la Dakar crebbe sia in termini di dimensioni che di reputazione, attirando allo stesso modo piloti d’élite e sponsor tascabili. Ogni evento è diventato più sofisticato e meglio organizzato.

Purtroppo, nel 1986 – che viene spesso definito “L’anno nero” – un incidente in elicottero avrebbe reclamato la vita di Thierry Sabine, insieme a un giornalista, cantante francese, tecnico radio e pilota. Sabine non c’era più, ma la sua storia e il suo retaggio nel mondo degli motoristici continuavano a sopravvivere durante l’evento annuale.

Nel 2007 la gara è iniziata da Lisbona, anche se nel 2008 la Dakar è stata annullata a causa di problemi di derivanti dalle minacce terroristiche di una setta di Al-Qaida. Di conseguenza, ogni evento dal 2009 si è tenuto in Sud America, in Cile, Bolivia e Argentina, anche se quest’anno è previsto che cambi.

Fonte