Cybersecurity alle Murate di Firenze

Domotica e industria 4.0, ovvero macchinari sempre più interconnessi e servizi online sempre più diffusi, ampliano il rischio di pirataggio informatico. In rete tutto è attaccabile: è importante dunque prendere adeguate contromisure. Per questo la Regione Toscana ha inaugurato l’anno scorso a Pisa il primo centro di competenza regionale per la cybersecurity, l’unico in quel momento in Italia.

La cybersecurity, oltre che un tema urgente, è un settore che può portare anche sviluppo e posti di lavoro. A Pisa, nei Vecchi Macelli, ci sono gli spazi destinati ad ospitare iniziative anche di formazione, con un’attenzione particolare alle imprese. Un’altra sede del centro sarà a Firenze, presso il Tix della Regione, e si occuperà nello specifico della sicurezza nella pubblica amministrazione.

La buona pratica è stata ricordata dall’Assessore alla presidenza della Regione che è intervenuto al Congresso mediterraneo sulla cybersecurity.

Quella toscana, ha ricordato, è un’economia fatta in maggioranza di piccole imprese e con Comuni di piccole dimensioni, che non sempre hanno risorse e competenze necessarie per proteggersi online.

Il centro è stato pensato per aiutare anche i piccoli ad avere standard di sicurezza adeguati.

La Regione mette a disposizione conoscenza e strutture, server e cloud.

Fonti
Expartibus
Agenzia Toscana Notizie.