Custodi dei cancelli del giornalismo

Condividi nei social net

La Broad Foundation, la cui agenda filantropica include la promozione di charter school, a un certo punto ha finanziato parte del rapporto sull’istruzione del LA Times . Charles Koch ha fatto donazioni di beneficenza a istituzioni giornalistiche come il Poynter Institute, nonché a organizzazioni di notizie come la Daily Caller News Foundation, che sostengono la sua politica conservatrice.

E la Fondazione Rockefeller finanzia Vox ‘s Future Perfect , un progetto di reportistica che esamina il mondo ” attraverso la lente di un altruismo efficace”, spesso guardando alla filantropia.

Mentre i filantropi colmano sempre più le lacune di finanziamento presso le testate giornalistiche – un ruolo che è quasi certo si espanderà nella crisi dei media a seguito della pandemia di coronavirus – una preoccupazione sottovalutata è come questo influenzerà il modo in cui le redazioni riferiscono sui loro benefattori.

Da nessuna parte questa preoccupazione è più grande che con la Fondazione Gates, uno dei principali donatori di redazioni e un soggetto frequente di copertura giornalistica favorevole.

In quasi ventimila donazioni di beneficenza che la Fondazione Gates ha concesso fino alla fine di giugno 2020, più di 250 milioni di dollari sono stati destinati al giornalismo.

I destinatari sono in operazioni di notizie come la BBC, NBC, Al Jazeera, ProPublica , National Journal , The Guardian , Univision, Media , t egli Financial Times , The Atlantic , il Texas Tribune, Gannett, Washington Monthly , Le Monde , e il Centro per Investigative Reporting.

Organizzazioni di beneficenza affiliate a testate giornalistiche, come BBC Media Action e New York Times “Fondo casi più bisognosi”.

Società di media come Participant, il cui documentario Waiting for “Superman” sostiene l’agenda di Gates sulle charter school.

Organizzazioni giornalistiche come il Pulitzer Center on Crisis Reporting, la National Press Foundation e l’International Center for Journalists.

Ibeneficiari affermano di aver distribuito parte del finanziamento come sussidio ad altre organizzazioni giornalistiche, il che rende difficile vedere il quadro completo dei finanziamenti di Gates.

Durante la pandemia, i notiziari hanno ampiamente guardato a Bill Gates come un esperto di salute pubblica su covid, anche se Gates non ha una formazione medica e non è un pubblico ufficiale.

PolitiFact e USA Today (gestiti rispettivamente dal Poynter Institute e Gannett – entrambi hanno ricevuto fondi dalla Gates Foundation) hanno persino usato le loro piattaforme di fact-checking per difendere Gates da “false teorie del complotto” e “disinformazione”, come il l’idea che la fondazione abbia investimenti finanziari in aziende che sviluppano vaccini e terapie covid .

In effetti, il sito web della fondazione e i moduli fiscali più recenti mostrano chiaramente gli investimenti in tali società, tra cui Gilead e CureVac .

La fondazione Gates ha anche altri legami con i mezzi di informazione, tra cui “la partecipazione a dozzine di conferenze, come il Perugia Journalism Festival , il Global Editors Network o la World Conference of Science Journalism” .

Fonti varie