[Covid-19] Giornalista Italiana costretta a chiudere account facebook (in aggiornamento)

Tempo di lettura: 2 minuti

Una ricerca condotta dal professor Kevin Wise dell’Università del Missouri ha dimostrato che il gruppo di persone definito come “curiosi sociali” (come amici e familiari), da uno sguardo alle novità che riguardano la X o y persona, poi passa ad altro.

Invece i “ricercatori sociali” hanno un comportamento più specifico, concentrandosi solamente sui post, le foto, i commenti, le amicizie, ecc.

Un “ricercatore sociale” ha delle reazioni emotive molto più forti causate da ciò che legge rispetto ad un semplice “curioso sociale”.

Queste persone stanno cercando di entrare nella sfera ‘personale’ della vittima prescelta.

Il peggio è quando gli stalker dal virtuale passano al reale, ma qui sembra esserci un soggetto malato che ha comunque fatto un danno psicologico alla collega giornalista, la quale per liberarsi di tale fastidioso soggetto si è cancellata dal Facebook.

La premessa perché ci è giunta in redazione una comunicazione da parte di una collega , il cui nome per privacy non possiamo fornire.

La vicenda ha contorni davvero foschi e portano a pensare ad una strategia ben precisa da parte di chi, intenzionalmente, voleva far in modo di togliere di mezzo la giornalista dal social net Facebook.

Lo ‘’, come ben sappiamo ormai da molti anni, ha alcuni elementi che si configurano nelle molestie “reali”, in quanto le sensazioni provocate tendono ad essere identiche.

Lo stalking online consiste di comunicazioni fastidiose (intenzionali o meno), che tendono a dare la sensazione alla vittima di turno, di essere osservata/o continuamente.

La collega ha raccontato, alla nostra redazione, di essere stata vittima di uno stolkeraggio massiccio da parte di più persone, secondo quanto riferito dalla collega, la quale ha comunicato di seguire il nostro consiglio è si è rivolta ad un consulente legale.

Tale situazione l’ha costretta a chiudere il suo account nel social net Facebook, il quale da Lei interpellato più volte, non ha dato risposta alcuna in merito.

.:.