Tempo di lettura: 3 minuti

La (C6H13N3O3) è un amminoacido non essenziale (siamo in grado di sintetizzarlo autonomamente), isolata per la prima volta dal cocomero essa deriva dall’azione di enzimi calcio-dipendenti denominati peptidil-arginindeiminasi. La esplica le proprie azioni soprattutto nel fegato, qui attraverso via enzimatica a partire dall’ arginina viene sintetizzato il monossido di azoto formando come prodotto secondario la appunto la . Questo aminoacido è, oltre che ’’un suo sottoprodotto’’ un precursore dell’ l-arginina nonché un derivato dell ornitina a cui si lega un residuo carbamidico.
Attraverso questi processi la citrullina entra nella via metabolica dell’ urea che si svolge nel fegato (ciclo dell’urea)con funzione di intermediario. Questo processo è fondamentale per l’organismo umano per l’eliminazione di prodotti azotati (urea) partendo dall’ ammoniaca, una sostanza tossica per il nostro organismo e il cui accumulo comporta sia ad una riduzionedella formazione di glicogeno muscolare che adun insorcere precoce di stanchezza (attività aerobica o anaerobica incrementa la sua produzione).
Ecco una equazione riassuntiva:
Ornitina + ossido di carbonio + ammonio → citrullina + acido aspartico → acido arginosuccinico → arginina
Funzioni della citrullina:

1. Incremento arginina
L’integrazione di L-Citrullina è stato dimostrato essere utile per aumentare i livelli di arginina (nonché di citrullina stessa) nel sangue, disponibili per la sintesi di ossido nitrico e per le altre funzioni ad essa associate. Studi hanno evidenziato che a parità di dosaggio e di somministrazione (orale), la citrullina comporterebbe un aumento dei livelli di arginina del sangue quasi doppi rispetto alla stessa dose di arginina a rilascio lento, e addirittura di circa il 20% superiori a quelli di una stessa dose di arginina a rilascio immediato.
2. Vasodilatazione
Quando viene trasformata in arginina, attraverso una aumentata disponibilità di ossido nitrico, induce un effetto vasodilatatorio stimolando il sistema cardiocircolatorio, migliora di riflesso l’elasticità dei vasi ematici.
La vasodilatazione indotta dall’ossido nitrico viene utilizzata in campo medico per curare disfunzioni erettili lievi e sfruttata dagli atleti per incrementare la prestazione attraverso un maggiore apporto di sangue, quindi di ossigeno e nutrienti, ai tessuti impegnati nello sforzo (aumenta il ritmo metabolico dell’ organismo).
3. Recupero da stress psicofisico
4. Antiaterosclerotiche
5. Protezione dei vasi sanguigni
6. Citrullina “malato” e potenziamento della performance aerobica
La L-citrullina si trova spesso salificata con acido malico per produrre la citrullina “malato” (anche altri sali di arginina ma la pi&uagrave; conusciuta e utilizzata è la c.malato) con lo scopo di aumentarne l’effetto ergogenico.
La citrullina malato nel nostro organismo porta ad un incremento dei livelli di bicarbonato, un acido che attraverso la sua funzione di tampone assorbe le molecole di acido lattico. Uno studio (francese) ha indicato che assumere citrullina malato antecedentemente ad una attività aerobica ha comportato una riduzione significativa del senso di stanchezza e un aumento del 34% della produzione di ATP durante tale attività, in aggiunta si è verificato un aumento del 20% del recupero di Pcr sucessivamente alla suddetta.
Il dosaggio per usufruire dell’effetto ergogenico della citrullina malato è di almeno 6 grammi (in genere 8).
Atleti di sport ad alta intensità ma con prevalenza di meccanismi aerobici quali pugili, calciatori, giocatori di basket, maratoneti, ciclisti, ecc., possono trarre grandi benefici dall integrazione di citrullina malato.
Controindicazioni ed altre info:

Quando vi è una carenza dell’ enzima necessario alla catalizzazione della reazione citrullina-arginina del ciclo dell’urea si può sviluppare una patologia detta citrullinemia che causa la formazione di ammoniaca nel sangue. Ricerche indicano che l’integrazione di zinco può migliorare la conversione di citrullina – arginina nel fegato e contemporaneamente tenere bassi livelli di NH3 nel sangue.

Questo aminoacido, promuove l’utilizzo dei 3 aminoacidi essenziali ramificati (BCAA: Valina, Leucina, Isoleucina) come fonte energetica riducendone la concentrazione sierica durante l’esercizio prolungato.

Dosaggi e modalità di assunzione:

La citrullina malato si consiglia di iniziare con 6 grammi e dopo aver valutato gli effetti (dosaggi troppo alti possono provocare nausea e dolori addominali) passare a 8.

La citrullina deve essere integrata circa 15-30 minuti prima dell’allenamento oppure anche intra workout per avere un azione più diluita durante tutto l’allenamento.

Fonte