Coronavirus World: aggiornamenti al 27 Febbario 2020

Tempo di lettura: 3 minuti

La Diamond Princess, una nave da crociera colpita da coronavirus in quarantena al largo del Giappone, ha oltre 700 persone positive alla malattia. Una delle persone che aveva viaggiato sulla nave da crociera è morta, secondo quanto riferito dalla rete di trasmissione giapponese NHK.

Gli Stati Uniti hanno 60 casi di coronavirus, di cui almeno 40 sono passeggeri Diamond Princess risultati positivi.

La maggior parte dei casi rimanenti comprende che sono tornati dalla Cina prima che il governo federale imponesse di viaggio, fossero stati infettati da altri che erano stati in Cina o rimpatriati dall’epicentro dell’epidemia di Wuhan. Tuttavia il CDC ha confermato un caso in che non soddisfa nessuno di questi criteri, ma è possibile possa essere stato esposto a un viaggiatore rientrato che era stato infettato.

CROCIERA MSC

Alla MSC Meraviglia è stato negato il permesso di attraccare nelle Isole Cayman e in Giamaica.
Dopo essere stata allontanata dai porti in Giamaica e nelle Isole Cayman, la MSC Meraviglia era al porto di Cozumel in Messico giovedì mattina.

Alle 9 EST di giovedì, la nave stava aspettando che i funzionari sanitari locali salissero a bordo per condurre controlli obbligatori, ha detto oggi la portavoce Alyssa Goldfarb agli Stati Uniti.

Nessun caso di coronavirus è stato segnalato a bordo della Meraviglia o di altre navi MSC, ha detto la compagnia mercoledì.

Martedì, MSC ha detto ad USA Today che sia la Giamaica che le Isole Cayman hanno respinto MSC Meraviglia perché ha un membro dell’equipaggio colpito dall’influenza, pur avendo fornito alle autorità le cartelle cliniche dettagliate inviate in anticipo.

La compagnia di navigazione ha affermato che le autorità giamaicane hanno tenuto la nave in un limbo nel porto di Ocho Rios per ore, per paura del coronavirus.

La linea di crociera ha affermato, in una precedente dichiarazione, di aver controllato tutti i passeggeri e l’equipaggio prima dell’imbarco per assicurarsi che nessuno fosse stato in Cina, Hong Kong o Macao negli ultimi 14 giorni o che avesse mostrato sintomi di coronavirus.

La dichiarazione ha spiegato che il membro dell’equipaggio malato è stato isolato dal momento in cui ha iniziato a mostrare i sintomi dell’influenza “per precauzione”: attualmente si è “quasi ripreso”.

Ha aggiunto: “Inoltre, nessun caso di virus COVID-19 (Coronavirus) è stato segnalato a bordo di MSC Meraviglia o di qualsiasi altra nave della flotta di MSC Crociere.”

La polizia ha temporaneamente chiuso il Grand Hotel a , in Austria, martedì, dopo che un dipendente è risultato positivo al coronavirus. Il lavoratore è un cittadino italiano che si trovava di recente nella regione in cui sono stati diagnosticati 270 casi. Entrambi i pazienti sono che erano stati di recente in Lombardia.

I due che si sono dimostrati positivi sono in trattamento isolato a Innsbruck, secondo Martina Jamnig dell’Ufficio nazionale del turismo austriaco. L’hotel è stato chiuso a causa di misure cautelative e test, ma non ci sono segni di diffusione nella comunità.

Nessuna delle due persone mostra più sintomi, secondo l’Ente per il turismo del Tirolo.

Nove delle 65 persone testate sono state messe in quarantena a causa di uno stretto contatto con la dipendente. L’Ente per il turismo del Tirolo rileva che non esistono attualmente restrizioni alla vita pubblica né piani di chiusura di frontiere.

Passeggeri delle Mauritius Alitalia

Alitalia ha trasportato 40 passeggeri dalle regioni italiane colpite dal coronavirus di ritorno dal paese di Mauritius nell’ dopo che quel paese aveva dichiarato che avrebbero dovuto entrare in quarantena locale.

Al nord Italia ci sono 528 casi di coronavirus a partire da giovedì 27 Febbraio (salvo ultim’ora).

In un comunicato stampa, Alitalia ha affermato che le autorità mauriziane hanno atteso che il volo AZ772 fosse a terra all’aeroporto internazionale Sir Seewoosagur Ramgoolam di Plaine Magnien. prima di informare la compagnia aerea della loro decisione.

“Secondo le disposizioni delle autorità di Mauritius, non inviate alla compagnia prima dell’arrivo del volo, lo sbarco di 40 persone provenienti dalle regioni Lombardia e Veneto sarebbe stato soggetto a una quarantena locale”, ha dichiarato il comunicato stampa.

Dopo aver conferito con i passeggeri interessati e l’Unità di crisi del Ministero degli Affari italiano, la compagnia aerea ha deciso di portarli immediatamente a casa. Il resto dei 212 passeggeri del volo e 12 membri dell’equipaggio sono sbarcati, ma andrebbero controllati.

Le autorità italiane hanno isolato una dozzina di città per fermare la diffusione del virus, adottando le misure preventive più rigorose d’Europa contro il coronavirus.

L’Italia risulta la sede del più grande focolaio al di fuori dell’Asia.

I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie hanno annunciato un avviso di viaggio di livello 2 per l’Italia, citando il coronavirus e raccomandando ai viaggiatori di evitare luoghi affollati, “praticare precauzioni avanzate” qualora visitano il paese.