Coronavirus, opportunità di business per i cybercriminali

Tempo di lettura: 1 minuto

Europol, l’agenzia finalizzata alla lotta al crimine nell’, ha supportato un’operazione mondiale contro il traffico di medicine contraffatte a cui hanno partecipato 90 Paesi. Nell’operazione sono state sequestrate oltre 4,4 milioni di unità di farmaci, smantellati 37 organizzati, arrestate 121 persone, e chiusi 2500 link online.

Lo rende noto la , su Twitter mettendo in guardia: «Le nostre paure per il sono un’ per i ».

«Per ridurre il diffondersi del coronavirus molti europei devono semplicemente stare a casa. Non possiamo andare in giro, incontrarci e socializzare. Come risultato, molti fanno il e trascorrono molto tempo online. Purtroppo i criminali si approfittano di questa situazione. Ci seguono online e sfruttano le nostre preoccupazioni sul coronavirus», afferma von der Leyen.

«Secondo le nostre agenzie – avverte – il numero di falsi , spray disinfettanti o cure miracolose vendute online è vertiginoso. E la maggior parte dei prodotti farmaceutici venduti online in questo periodo sono chirurgiche contraffatte».

Fonti : cdd.ch / Europol /