Coronavirus, Online la diffusione dei casi a livello globale; attenzione a fake news

Tempo di lettura: 2 minuti

La preoccupazione cresce mentre i casi di coronavirus continuano a manifestarsi nei paesi di tutto il mondo. Al momento in cui scriviamo, i dati disponibili mostrano che il ha finora tolto la vita a 80 persone con almeno 2.794 casi confermati di infezione.

In tali periodi, false – pubblicate per caso o intenzionalmente – possono impadronirsi molto rapidamente tramite i e altri mezzi, creando confusione per coloro che cercano dati affidabili.

Con l’obiettivo di fornire informazioni accurate sulla diffusione del coronavirus, il Center for Systems Science and Engineering (CSSE), con sede nel Maryland, ha creato uno strumento online che riunisce i dati di diversi organismi ufficiali che includono l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) e centri per controllo e delle in , negli e in Europa.

La dashboard mostra il numero di casi confermati e sospetti del coronavirus, nonché il numero di decessi e quelli che si sono ripresi. Una del mondo indica le posizioni degli scoppi.

Il timore che il virus possa essere più difficile da contenere di quanto si pensasse sia emerso domenica dopo che il ministro cinese della Commissione nazionale per la salute Ma Xiaowei ha affermato che era possibile per qualcuno trasmettere il coronavirus durante il periodo di incubazione, che può durare fino a 14 giorni.

Xiaowei ha anche rivelato che circa cinque milioni di persone hanno lasciato Wuhan – la città cinese in cui è stata rilevata la prima – prima che la città fosse bloccata dal governo la scorsa settimana, con circa nove milioni rimasti. L’OMS è stata informata per la prima volta dell’ il 31 dicembre 2019, quando le autorità cinesi l’hanno descritta come “ di causa sconosciuta”.

Finora gli Stati Uniti hanno segnalato cinque casi non fatali di coronavirus, sebbene si pensi che tutti li abbiano scoperti viaggiando in Cina.

Una valutazione del rischio pubblicata dai Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie domenica 26 gennaio ha descritto il rischio immediato per la salute del coronavirus per il pubblico americano come “basso in questo momento”, aggiungendo, “Tuttavia, CDC sta prendendo proattive per la preparazione. ”

Fonte : digitaltrends.com

Sito web diffusione casi virus