Coronavirus: indice pan-europeo STOXX 600 scende al 2,5%

Tempo di lettura: 1 minuto

L’indice pan-europeo STOXX 600 è sceso del 2,5% e l’indice blue-chip in Italia – il paese più colpito in – è affondato mentre decine di aziende europee hanno emesso avvisi di potenziali danni ai loro profitti.

Negli , Microsoft è diventata la seconda compagnia da trilioni di dollari in perdita dopo Apple. Le sue azioni quotate a Francoforte sono scese del 3%.

Le azioni globali sono ora diminuite per sei giorni consecutivi e l’indicatore di volatilità di Wall Street era vicino ai massimi di fine 2018.

L’ spot è salito dello 0,6% a $ 1,649 l’oncia, poco meno del massimo di sette anni raggiunto lunedì, e l’argento ha guadagnato l’1% a $ 18,03 l’oncia.

La propensione al rischio continuerà a essere compromessa”, ha affermato Peter Kinsella, responsabile globale della strategia FX presso UBP.

I rendimenti di Londra sui titoli del Tesoro USA, che diminuiscono quando i prezzi aumentano, sono scesi sotto l’1,3% per il debito decennale e la curva dei rendimenti ha continuato a inviare avvisi di .

I rendimenti sul debito decennale tedesco di riferimento sono scesi al -0,5140%.

Il debito italiano ha sottoperformato in quanto la diffusione del virus ha sollevato il timore di una recessione.

ha affermato che il sell-off del creerebbe opportunità per aggiungere alla fine e che non si aspettava un mercato ribassista o una recessione statunitense.

I futures E-mini per l’S & P 500 erano in calo dello 0,9% e il , sensibile alla crescita globale, è sceso di oltre il 2% al suo più economico in 14 mesi.

I stanno riempiendo le loro