Corea, Svelata dopo 20 anni la più antica pagoda buddista di pietra

Tempo di lettura: 3 minuti

Le autorità del patrimonio culturale della Corea del Sud hanno ufficialmente svelato ufficialmente la più antica pagoda buddista di pietra del paese, dopo uno sforzo di restauro record che si è protratto per quasi due decenni: la più lunga è la storia del paese. La Pagoda in pietra di Iksan Mireuksaji (익산 미륵사지 석탑) nell’antico complesso di templi di Mireuksa nella provincia meridionale di Jeolla, è la più antica pagoda di pietra esistente in Corea del Sud, costruita durante l’influente regno di Baekje (18 BCE-660 EV) .

Alta 14,5 metri di altezza, 12,5 metri di larghezza e un peso di circa 1830 tonnellate, la pagoda restaurata, designata come tesoro nazionale n. 11 e situata a ovest del complesso del tempio di Mireuksa , ha ora solo sei livelli, ma gli storici ritengono che in origine ne avesse nove , corrispondente alla pagoda orientale di Mireuksa di 27,67 metri, a nove livelli, che è stata completamente ricostruita nel 1993 in conformità con i documenti storici. Si crede che la pagoda abbia perso i suoi livelli superiori nel XVI secolo durante il Regno di Gran Joseon (1392-1897), che favorì il confucianesimo sul buddismo.

L’Istituto nazionale per la ricerca sui beni culturali, che ha guidato il lungo progetto, ha notato che presto verrà pubblicato un rapporto completo sul processo di restauro, il cui costo è stimato in 20,3 milioni di dollari, incluso lo smantellamento e la ricostruzione del monumento buddista.

“Abbiamo fatto sforzi speciali per garantire l’ingegno e la stabilità strutturale della torre di pietra del Tempio di Mireuk”, ha detto un funzionario dell’Istituto. “Prevediamo di pubblicare una relazione che illustri il risultato e il processo di restauro entro la fine di quest’anno.” (Yonhap News Agency)

Fondato durante il regno di Baekje e situato nella moderna città di Iksan, il tempio di Mireuksa fu fondato tardi durante il regno di Re Mu (600-641). La pagoda restaurata è una delle uniche due pagode di Baekje sopravvissute fino ai giorni nostri. È stato designato tesoro nazionale nel 1962 ed è stato inserito nella lista del patrimonio mondiale dell’UNESCO nel luglio 2015 come parte del sito patrimonio mondiale delle aree storiche di Baekje.

Mireuksa era il più grande tempio nell’antico regno di Baekje, che è noto per essere strumentale nell’introdurre e propagare il Buddhismo nella penisola coreana, ed è ora considerato un esempio delle più avanzate abilità architettoniche dei regni di Baekje, Goguryeo e Silla, che coesisteva sulla penisola. Il tempio è anche rinomato per i suoi antichi sostegni di asta in pietra di quattro metri, che risalgono al Later Silla (660-935).

Un iniziale tentativo di restauro della pagoda in pietra fu intrapreso con concretezza nel 1915, durante l’occupazione giapponese della Corea, dopo di che il monumento rimase intatto fino a quando l’Istituto nazionale per la ricerca sui beni culturali non iniziò l’attuale opera di restauro.

Nel 1999, l’istituto ha concluso che la pagoda aveva un serio bisogno di riparazione, e il progetto di restauro è iniziato sul serio nel 2001, diventando l’iniziativa di restauro più lunga della Corea per un singolo oggetto del patrimonio culturale: il team di restauro ha trascorso 10 di quegli anni smantellando con cura la pagoda . Secondo quanto riferito, circa 185 tonnellate di calcestruzzo sono state rimosse e nuovi blocchi di granito di provenienza locale sono stati commissionati e aggiunti alla torre, che rappresentano circa il 35% della struttura restaurata, che ora è composta da 1627 blocchi di pietra.

Nel 2009, durante il meticoloso processo di smantellamento della pagoda, è stato scoperto un lenzuolo d’oro inciso che ha gettato nuova luce sulla storia della pagoda. L’iscrizione indica che il monumento fu commissionato nel 639 d.C. dalla seconda moglie del re Mu di Baekje (600-641).

A partire dal 2018, la Corea del Sud ha 13 siti elencati Patrimonio dell’Umanità, ** molti dei quali testimoniano la lunga e influente eredità buddista del paese, tra cui Grotta di Seokguram e Tempio di Bulguksa nella provincia settentrionale di Gyeongsang, le aree storiche di Baekje nel Chungcheong meridionale e Nord Jeolla, le aree storiche di Gyeongju nel nord di Gyeongsang e la città fortificata di montagna di Namhansanseong a Gyeonggi.

Secondo i dati del censimento nazionale del 2015, la maggioranza della popolazione della Corea del Sud – 56,1% – non ha affiliazioni religiose. I cristiani costituiscono il segmento religioso più numeroso della popolazione al 27,6%, mentre i buddisti rappresentano il 15,5%.

Fonte

Vedi altro

Pagoda buddista dell’antico regno svelata dopo un lungo progetto di restauro (Yonhap News Agency)
La più antica pagoda in pietra della Corea da mostrare al pubblico dopo 20 anni di restauro (Yonhap News Agency)
pagoda in pietra del tempio di Mireuksa (Yonhap News Agency)