Colombia/Venezuela, Un conflitto a bassa intensità che sta bollendo da anni

Tempo di lettura: 1 minuto

Il conflitto a bassa intensità è in ebollizione da anni, ma le chiusure delle frontiere hanno avuto l’ abitudine di aumentare la violenza . Nel 2019, quando la frontiera è stata chiusa per tre mesi dalla parte venezuelana, la violenza, i rapimenti, il reclutamento forzato da parte di gruppi armati e le sparizioni di in fuga dal sono aumentati.

Il 14 marzo, il confine di oltre 2.219 chilometri è stato nuovamente chiuso, questa volta dalle autorità colombiane come misura per contenere la diffusione del , e proprio come migliaia di migranti venezuelani hanno cercato di tornare a casa.

Diverse persone locali contattate in modo indipendente da The New Humanitarian per telefono dall’1 al 4 maggio hanno descritto una serie di recenti omicidi sui trocha , le rotte del contrabbando che attraversano il confine e dove bande rivali combattono per il controllo.

La nella città di confine colombiana di Cúcuta, così come i funzionari venezuelani, hanno anche riferito di sfollati residenti in fuga dalle battaglie di confine tra gruppi armati dentro e intorno alla città di Boca de Grita, appena dentro il Venezuela.

Il conflitto più ampio coinvolge una serie di diversi armati e , nonché forze governative di entrambi i paesi. Minaccia sia i residenti alla frontiera sia i migranti, per non parlare dell’accordo di pace sempre più traballante della .

Fonte