Cina, inaugurata la mostra “Picasso: La nascita di un genio”

Tempo di lettura: 2 minuti

Il Centro per l’arte contemporanea (UCCA) della inaugurerà questo sabato la : La nascita di un genio”, che mostrerà attraverso 103 opere una panoramica dei primi tre decenni della carriera dell’artista a Malaga. La mostra, che sarà aperta al pubblico fino al 1 settembre, sarà la più significativa del lavoro di Pablo (1881-1973) che è stato presentato in Cina, secondo una dichiarazione della UCCA pubblicata sul suo sito web.

Il direttore delle collezioni del Museo nazionale Picasso-Parigi, la curatrice Emilia Philippot, ha detto che la mostra è stata organizzata appositamente per l’UCCA e comprende 34 dipinti, 14 sculture e 55 opere su carta, realizzate tra il 1893 e il 1921, che raccontano la storia di storia della formazione creativa e l’evoluzione del più audace, più originale e prolifico artista nella storia dell’arte moderna.

“I tre decenni presi in considerazione furono un periodo di scoperta artistica per il giovane Picasso, il cui stile subì numerosi cambiamenti: dal realismo accademico delle sue giornate studentesche al suo ritorno al dopoguerra allo stile classico; dai motivi alternativamente cupi e carnevaleschi dei periodi blu e rosa alle esplorazioni primitive che alla fine hanno portato alle molteplici fasi del cubismo “, ha detto l’UCCA.

La mostra che sarà allestita nella Sala Grande dell’UCCA di mille 800 metri quadrati, è stata organizzata in sei sezioni:

“Il primo Picasso”, dove viene spiegata la sua formazione artistica e prodotta opere come “Hombre en Sombrero” (1895); “Picasso Azul y Rosa”, durante il quale l’artista è passato dall’imitazione di maestri post-impressionisti allo sviluppo di uno stile davvero originale, che ha portato alla realizzazione di opere come “Jester and Young Acrobat” (1905).

Nella sezione “Picasso l’esorcista” intende mostrare i suoi esperimenti rivoluzionari con la forma e lo spazio, palcoscenico in cui ha prodotto opere d’arte come “Autoritratto con una tavolozza” (1906); “Picasso, il cubista”, periodo in cui ha forgiato un elaborato sistema di segni, creando opere come “Man with mandolin” (1911).

In “Picasso il Camaleonte” è stata segnata la svolta nella carriera dell’artista verso il rinascimento classico, creando opere come “Los amantes” (1919), così come la progettazione di scenografie, costumi e tendaggi per la produzione del balletto “El sombrero de tre picchi “(1919).

Ci sarà una sezione finale che include diversi dipinti e sculture realizzati tra il 1927 e il 1972, che mostrano come il linguaggio creativo di Picasso è stato sviluppato durante il periodo coperto nella mostra.

La mostra “Picasso: La nascita di un genio” ha avuto il sostegno dell’Ambasciata francese in Cina come parte importante del Festival Croisments 2019, oltre a numerose istituzioni nazionali francesi e cinesi.

Fonte