Ci stiamo lentamente intrappolando sotto un ombrello di spazzatura spaziale

Tempo di lettura: 2 minuti

Nel 2009, due si scontrarono a una velocità sorprendente di 11.700 metri al secondo (26.000 miglia all’ora), non solo distruggendo entrambi gli oggetti, ma anche diffondendo un enorme campo di detriti attraverso le loro due orbite e oltre. Uno dei faceva parte della costellazione di Iridio dei per le comunicazioni e uno era il satellite Kosmos disattivato della Forza spaziale russa.

Il satellite Kosmos era stato scartato e lasciato in orbita in un momento in cui poche persone prendevano sul serio la minaccia di detriti.

Questo incidente ha svegliato le persone alla gravità della minaccia rappresentata dai detriti. Non solo ha potuto distruggere satelliti costosi, ma la collisione ha peggiorato molto il problema: la NASA ha stimato che l’evento ha creato 1.000 pezzi di detriti di dimensioni superiori a 10 centimetri che potrebbero continuare a minacciare altri satelliti per migliaia di anni.

Ci sono problemi principali da considerare quando si tratta di sovraffollamento nello .

I possono influenzare le imbarcazioni già in orbita attorno alla Terra, come la Stazione Spaziale Internazionale (ISS).

L’ISS si trova in un’orbita terrestre molto bassa, a un’altitudine media di 330 chilometri (205 miglia), che lo fa esplodere nel mezzo di un sacco di detriti spaziali.

L’ISS è particolarmente vulnerabile agli impatti dei detriti perché è così grande, quindi ha dovuto essere progettato per resistere agli impatti di detriti di dimensioni fino a 1 cm.

Ci sono anche tutti gli altri oggetti in orbita terrestre bassa da considerare, come il telescopio che orbita a circa 545 chilometri (340 miglia) e altre missioni.

Il problema più urgente è quello della legislazione. Esistono linee guida concordate sulla mitigazione dei detriti, come una linea guida che qualsiasi cosa lanciata in un’orbita inferiore a 2000 chilometri (1240 miglia) deve rientrare nell’atmosfera per bruciare entro 25 anni dal completamento della sua missione. Ciò attribuisce la della rimozione di oggetti sull’azienda o agenzia che li lancia.

Ma così com’è, queste sono linee guida e non leggi.

fonti varie