Christian Dior e le Château de la Colle Noire

Tempo di lettura: 3 minuti

Dal XV secolo agli inizi del XIX secolo, il sito fu descritto in vari modi: La Colle Narbonne, La Colle, La Colle Noire, La Colle dimora ecc. Tuttavia, fu dal 1826 che il dominio prese finalmente forma, quando Henri-Emmanuel Poulle (1792-1877), avvocato, primo presidente della corte di Aix-en-Provence e deputato della regione del Var , da una vecchia famiglia di Montauroux , divenne proprietario del “dominio di La Colle” e prese il nome del villaggio vicino per diventare il “dominio de La Colle Noire”.

ha acquisito questa proprietà emblematica in una regione che conosceva bene. Infatti, suo padre, vedovo dal 1931, viveva vicino nella piana di Callian con la sua giovane sorella Catherine, che fu l’ispirazione per il profumo Miss Dior.

Fu quindi in Provenza, caro al suo cuore, nell’inaccessibile Var nell’entroterra che Christian Dior avrebbe sviluppato la sua casa, lontano da Parigi e dalla 30 Avenue Montaigne, casa di moda.

“È a Montauroux, vicino a Callian, dove una fortunata stella mi ha concesso, quindici anni fa, di trovare tranquillità e preparare una nuova esistenza. Nella casa, non posso dire molto perché lo sto restaurando. È semplice, solido e nobile, e la sua serenità si adatta al periodo della vita che dovrò affrontare in pochi anni: quella casa, vorrei che fosse la mia vera casa, quella dove – se Dio mi presta una lunga vita – posso ritirarmi. – se ho i mezzi – posso chiudere il ciclo della mia esistenza e trovare, in un altro clima, il giardino chiuso che proteggeva la mia infanzia, ed è lì che posso finalmente vivere tranquillamente, dimenticando Christian Dior di ridiventare cristiano. È a Montauroux che scrivo queste ultime righe “.

Christian Dior ha affidato il restauro e la ristrutturazione di La Colle Noire dal 1955 all’architetto russo Andreï Svetchine .

I suoi amici Raymonde Zehnacker a Mougins e Marc Chagall a Saint-Jean-Cap-Ferrat e Saint-Paul-de-Vence avevano anche sollecitato questo architetto, specializzato nella trasformazione di “abitazioni rurali, né semplici fattorie né veri castelli” . Considerò che l’equilibrio architettonico era sufficiente per decorare una casa e quindi la pietra fu messa a nudo, le prospettive restaurate e ingrandite, gli accessi ridisegnati compresa la trasformazione dell’ala di servizio in un ingresso principale con una somiglianza finale di un 18 -Century Bastide.

Piantarono cipressi, costruirono una passerella che conduce all’ingresso esagonale, un atrio progettato dallo stesso Christian Dior, in cui il pavimento della calata provenzale ha un motivo di rosa dei venti, caro alla sua infanzia in Normandia.

La facciata sud è asimmetrica e si presenta nello stile provenzale degli anni ’40 -’50.

Il si riflette nello specchio d’acqua ornamentale lungo 45 metri, anch’esso progettato da Christian Dior, che mostra un contrasto tra la sinuosità del paesaggio e il rigore delle sue linee rette.

Completamente ridisegnato, il nuovo layout include una grande scalinata con illuminazione zenitale che conduce alle camere per gli “amici di passaggio”, un susseguirsi di sale di ricevimento, tra cui il grande salone di oltre 18 metri che si apre su una terrazza affacciata sullo specchio d’acqua.

ina mobili vintage, comfort degli anni ’50, riferimenti alla Provenza o all’Inghilterra, “Christian Dior voleva inventare un’arte di vivere al Colle Noire”, dichiarò Andreï Svetchine.

Le sale di ricevimento e l’appartamento di Christian Dior sono arredati con eclettismo, decorati con oggetti del XVIII e XIX secolo acquistati da antiquari, alcune camere hanno un Luigi XV , Luigi XVI oRetour d’Egypte style.

La Provenza ispirò Christian Dior a creare Miss Dior nel 1947 e fu il Giglio della Valle di La Colle Noire che fu all’origine di Diorissimo , creato nel 1956 da Edmond Roudnitska . È questa tradizione e arte che ha ispirato François Demachy, il profumiere-creatore di Parfums Christian Dior, a creare La Colle Noire , che il fiore della Rosa di Maggio è fornito dal campo piantato come tributo nel parco della tenuta.

Dopo la morte di Christian Dior il 23 ottobre 1957, sua sorella Catherine ereditò la tenuta anche se non fu in grado di mantenere il castello e fu rivenduta ai Laroches, proprietari di La Reserve a Beaulieu e poi ai signori Tassou.

Il gruppo inglese Oasis ha registrato in parte il suo quarto album “In piedi sulla spalla dei giganti” da aprile ad agosto 1999.

Nel 2013 Parfums Christian Dior ha acquistato La Colle Noire.

Dopo un intenso restauro iniziato nel 2015, La Colle Noire è stata inaugurata dal Parfums Christian Dior il 9 maggio 2016 alla presenza di , riconquistando la sua vocazione di accogliere “gli amici di casa”.

Il castello di La Colle Noire illustra questo ritorno alla fonte, con la coltivazione di fiori e la creazione di profumi nella “grande di Grasse” che è stata l’ispirazione per le fragranze Christian Dior. Il castello non è aperto al pubblico.

Fonte