Childhood Emotional Neglet

Tempo di lettura: 3 minuti

L’ emotivo dell’infanzia è sia semplice nella sua definizione che potente nei suoi effetti. Succede quando i tuoi non riescono a rispondere abbastanza ai tuoi bisogni emotivi mentre ti stanno crescendo.

La trascuratezza emotiva è un’esperienza dell’infanzia invisibile, non memorabile. Eppure a tua insaputa, può appenderti come una nuvola, colorando tutta la tua vita adulta.

Cosa rende l’invisibilità emotiva dell’infanzia (CEN) invisibile e non memorabile? Diversi fattori importanti.

In primo luogo, può accadere in famiglie altrimenti amorevoli e premurose che non mancano di nulla materialmente.

In secondo luogo, la mancata risposta dei tuoi genitori non è qualcosa che ti accade da bambino. Invece, è qualcosa che potrebbe succedere per te da bambino.

I nostri occhi non vedono le cose che non accadono. E così i nostri cervelli non possono registrarli.

Decenni dopo, da adulto, senti che qualcosa non va, ma non sai cosa sia. Puoi guardare risposte alla tua infanzia, ma non puoi vedere l’invisibile. Quindi sei lasciato a presumere che qualcosa di innato stia con te.

“Qualunque cosa sia sbagliata, è colpa mia”, credi segretamente. “Sono diverso dalle altre persone. Manca qualcosa. Sono imperfetto. ”

Eppure non è colpa tua. Ci sono risposte E una volta compreso il problema, puoi guarire.

Si può immaginare un bambino che torna a casa da scuola ogni giorno e un genitore che trascura di lavorare con loro, sposando una posizione “vista ma non ascoltata”.

Questo bambino impara a non le e non può acquisire la capacità o il vocabolario per capire cosa stanno provando.

Non hanno spazio sicuro e invece crescono senza ricevere l’empatia di cui hanno bisogno per uno sano.

Ciò può comportare il non avere molta empatia per se stessi o per gli altri intorno a loro.

Sono un “sistema chiuso” e potrebbero non essere consapevoli del perché esiste la loro mancanza di una diretta e sana.

Cosa succede quando una persona altamente sensibile cresce con l’abbandono emotivo?
Se sei molto sensibile , ci sono buone probabilità che tu provi le emozioni in modo molto forte, tanto che le tue emozioni possono inondarti . Questo perché le persone altamente sensibili (HSP) nascono con un sistema nervoso che elabora e “sente” le cose molto più profondamente della persona media. La maggior parte degli HSP è consapevole dei propri sentimenti e dei sentimenti degli altri, che possono essere un dono potente.

Ma cosa succede quando cresci in una famiglia che non valorizza affatto questa caratteristica?

Questo può creare risultati malsani per qualsiasi bambino, ma soprattutto per i bambini altamente sensibili.

La negligenza emotiva può avere un impatto tanto grande su un bambino quanto l’abuso, anche se non è evidente o memorabile come l’abuso.

Che cosa significa essere emotivamente trascurati?

Secondo lo psicologo e autore Dr. Jonice Webb , la negligenza emotiva infantile si verifica quando un genitore non riesce a rispondere ai bisogni emotivi di un bambino.

“Può sembrare nulla e spesso non sembra niente”, scrive Webb , “Ma in realtà, [può] avere un impatto tanto grande su un bambino quanto un abuso, anche se non è evidente o memorabile come l’abuso.”

Spesso quella mancanza di risposta emotiva non sembra affatto malsana; i genitori possono prendersi molta cura del bambino in generale. Ma manca qualcosa di invisibile: il genitore non convalida i sentimenti del proprio bambino né risponde ai bisogni emotivi del bambino.

E questo ha conseguenze. Webb afferma che i bambini emotivamente trascurati possono finire per sentirsi profondamente soli. Da bambini, sentono che i loro bisogni non sono importanti, che i loro sentimenti non contano o che non dovrebbero mai chiedere aiuto (perché è percepito come un segno di debolezza).

Quando crescono, la trascuratezza emotiva dell’infanzia può rimanere come colpa inutile, rabbia di sé, scarsa fiducia in se stessi o senso di essere profondamente, personalmente imperfetto.

Ma questo è vero per chiunque sia cresciuto con abbandono emotivo. E se sei un HSP? Se la tua biologia ti ha reso molto in sintonia con le emozioni, cosa ti fa la negligenza emotiva?

Le emozioni sono, per molti versi, la prima lingua di HSP. E una famiglia emotivamente negligente non parla quella lingua.

Webb ha recentemente scritto in modo approfondito sugli HSP in famiglie emotivamente negligenti. Ha sottolineato che non puoi rendere un bambino altamente sensibile con un’educazione emotiva e, allo stesso modo, non puoi rendere qualcuno meno sensibile attraverso la negligenza emotiva. L’alta sensibilità, per definizione , è un tratto genetico; o sei nato con esso o non lo sei.

Quindi la negligenza emotiva non cambia se un bambino è un HSP. Ma, secondo Webb, influisce sugli HSP in modo molto diverso rispetto agli altri bambini.

Questo perché le emozioni sono, in molti modi, la prima lingua di un HSP. E una famiglia emotivamente negligente sostanzialmente non parla quella lingua. Mentre i genitori hanno certamente emozioni proprie, evitano di esprimerli esternamente o di riconoscere le emozioni degli altri. È come se si separassero completamente dalla parte più importante della vita interiore del loro bambino HSP.

Nella migliore delle ipotesi, crescere come HSP in una famiglia emotivamente negligente è come essere un musicista in un mondo senza musica.

In altri casi, è molto peggio – è l’equivalente di avere genitori che ti dicono attivamente che la tua musica è cattiva .

Come scrive Webb, “Immagina di essere un bambino profondamente riflessivo, che sente intensamente crescere in una famiglia che non è nessuno dei due. Immagina che i tuoi sentimenti intensi vengano ignorati o scoraggiati. Immagina che la tua consapevolezza sia vista come una debolezza.

Fonte
psychcentral.com
highlysensitiverefuge.com
blogs.psychcentral.com