Che cos’é l’Influenza (Parte 2)

Tempo di lettura: 2 minuti

Se l’atmosfera è carica negativamente la salute dell’essere vivente è preservata o, quantomeno, influenzata beneficamente, giacché si mantengono quelle proprietà chimico-fisiche che caratterizzano un biologico, cioè adatto alla vita, come alcalino. Fattori alcalinizzanti aiutano il mantenimento dello stato di equilibrio biologico del corpo, scongiurando l’insorgenza di crisi eliminative come la influenza.

Il cambiamento di segno della materia aerea da meno a più, trasmette una informazione alle forme di vita terrestri che non è correttamente traducibile, compatibile con la biologia degli esseri viventi.

Per difendersi da questo attacco ossidativo si devono mettere in campo tutte quelle pratiche a difesa della salubrità ambientale a partire dal ricambio di aria, di atavica memoria, negli ambienti domestici e alla introduzione alimentare di sostanze inorganiche ma organicate e elettrolitiche come i sali minerali alcalini, riducenti come i composti organici che vengono chiamati , acqua distillata piovana, ionizzata e vivificata dalle piante e contenuta nel succo della frutta e nella clorofilla, liquidi biologici ricchi di enzimi carotenoidi e : insomma, una dieta generosa di micronutrienti più che di macro.

Fare passeggiate, anche sporadicamente, all’aperto in o in riva al dove l’aria è più pulita e ricca di ioni negativi di ossigeno, è sicuramente meglio che allenarsi tutti i giorni con l’aria condizionata in palestra o correre in mezzo al traffico cittadino respirando aria elettrizzata positivamente, satura di residuo dei meccanismi ossidativi della , prodotta dai condizionatori e della combustione degli idrocarburi.

Detossicare e alcalinizzare il corpo sono i veri antidoti alla influenza, salutari pratiche di vita, comportamentali e , che conferiscono l’immunità naturale dalla influenza “virale” dei freddi inverni.

Intanto, iniziare col distinguere la fame emotiva da quella cellulare, evitando le abbuffate sotto le feste, e adottare una semplice abitudine delle nonne di una volta: spalanca le finestre di casa almeno mezz’ora, anche a gennaio, per arieggiare le stanze, prendere la forza dell’aria e dire addio alla influenza.

Fonte Parte 1 e 2 sull’argomento influenza: verdesubianco.com