Chanel investe nella conceria toscana Samanta

Tempo di lettura: 2 minuti

La nota azienda Chanel acquisisce la di Ponte a Egola, a San Miniato, in provincia di Pisa, specializzata in stampi spcifici, dopo un anno di incontri e trattative. L’accordo prevede che la maggioranza delle quote vanno a Chanel. La conceria entra quindi a tutti gli effetti nell’industria del lusso.

L’ufficio stampa Chanel ha comunicato che la “Conceria Samanta e Chanel confermano il proprio avvicinamento, importante attore nell’industria del lusso. In un mercato del lusso e una filiera della pelle in piena mutazione, le due imprese hanno deciso di collaborare a stretto contatto affinché Samanta possa continuare a sviluppare la sua offerta unica, riconosciuta dai più grandi nomi del lusso”.

L’azienda toscana ha una quarantina di dipendenti ed è guidata da Iacopo Gronchi, insieme con la sorella Azzurra, cui fa capo anche l’omonimo marchio di borse.

Chanel ha superato gli 11,1 miliardi di dollari di vendite per l’esercizio 2018.

L’azienda di lusso ha fatto sapere, sempre nella medesima nota stampa, che questi risultati dimostrano la sua forza finanziaria e il suo impegno per la creazione di valore sostenibile a lungo termine.

Nel 2018 l’azienda ha registrato un utile operativo di 2.998 milioni di dollari, in crescita dell’8 per cento rispetto all’anno precedente.

“Chanel ha avuto un altro anno forte”, ha sottolineato, qualche settimana fa in una nota, Philippe Blondiaux, chief global financial officer. “Le nostre collezioni di successo e il lancio di nuovi prodotti hanno contribuito alla crescita del nostro business in tutte le linee”.

“Il 2018 è stato anche un anno di investimenti significativi da parte del gruppo nell’ambito di un programma strategico pluriennale per garantire la sicurezza delle nostre catene di approvvigionamento, accelerare la nostra trasformazione digitale e rafforzare i nostri impegni sociali e ambientali. Questi investimenti e l’impegno dei nostri talentuosi team garantiranno lo status iconico del marchio e il suo sviluppo a lungo termine”, si legge nella nota.

Nel dettaglio, Chanel ha investito di 1,6 miliardi di dollari in attività di supporto al marchio per realizzare la strategia focalizzata sulla creazione e sull’innovazione.

Questa è la seconda acquisizione nell’ambito conciario in quanto ne fa parte anche il fornitore europeo di pelle Colomer Leather Group e la società svizzera Kenissi.

Fonti ufficiali