Centro europeo per la criminalità informatica

Tempo di lettura: 2 minuti

Il Centro europeo per la ( EC3 o EC³ ) è l’organo dell’Ufficio di polizia (Europol) dell’Unione europea (UE), con sede a L’Aia , che coordina le attività transnazionali di contrasto della informatica e funge da centro tecnico competenza in materia.

Quando è stato lanciato ufficialmente l’11 gennaio 2013, il Centro europeo per la criminalità informatica non avrebbe dovuto essere pienamente operativo fino al 2015. È iniziato con uno staff di 30 persone, con piani di espansione a 40 entro la fine del 2013. È iniziato operazioni con un budget di circa 3,6 milioni di euro.

Struttura organizzativa e personale chiave
Il capo di EC3 riferisce direttamente al capo di Europol. La prima persona a capo del dipartimento fu l’ex capo dell’intelligence domestica danese, Troels Oerting [ de ] , che lasciò l’ nel gennaio 2015 per diventare Chief Intelligence Security Officer di Barclays .

Responsabilità e cooperazione con altri organismi
L’EC3 ha avuto il compito di assistere gli Stati membri nei loro sforzi per smantellare e interrompere le reti di criminalità informatica e sviluppare strumenti e fornire formazione.

EC3 collabora con il Centro di intelligence e situazione dell’Unione europea (INTCEN), l’Ufficio delle Nazioni Unite contro la droga e il crimine (UNDCP), l’ Organizzazione mondiale delle dogane (WCO), l’ della guardia di frontiera e costiera (EBCG, nota anche come ), e l’ Ufficio europeo per la lotta antifrode (OLAF).

I del 2015 hanno anche rivelato che EC3 lavora con i servizi di americani, come il (FBI).

Vi sono alcune sovrapposizioni con le responsabilità dell’Agenzia dell’Unione europea per la sicurezza delle reti e dell’informazione (ENISA).

In una conferenza stampa del 10 febbraio 2014, interrogato sul massiccio furto di identità scoperto dall’Ufficio federale tedesco per la sicurezza delle informazioni , l’allora capo dell’EC3, Troels Oerting, ha dichiarato che la sua unità non era responsabile della lotta contro “l’hacking motivato politicamente e / o spionaggio contro le istituzioni dell’UE “.

Attività
Nel febbraio 2014, Troels Oerting ha riferito dei successi che l’unità aveva avuto nel 2013. Tra questi, la cattura di estorsori di Internet, con 13 arresti. Erano stati anche coinvolti nella lotta contro gli attacchi di malware alle banche tramite botnet e – in collaborazione con Microsoft ed esperti dell’Ufficio federale tedesco di polizia criminale – abbattendo la botnet ZeroAccess . Nel 2014 sono stati svelati dettagli dell’Operazione Onymous , che ha abbattuto numerosi siti , tra cui Pandora, Cloud 9, Hydra, Blue Sky, Topix, Flugsvamp, Cannabis Road, Black Market e Silk Road 2.0 .

Nel 2015, i media americani hanno riferito di un’operazione coordinata dell’FBI con l’assistenza di EC3 per abbattere Dark0de , la più grande piattaforma di comunicazione e commercio in inglese per informatici.

Stati partecipanti
Oltre agli Stati membri dell’UE, esiste una cooperazione con numerosi altri stati, tra cui Australia , Canada , Repubblica di Macedonia , Norvegia , Svizzera , Monaco , Bosnia ed Erzegovina , Colombia , Moldavia , Russia , Turchia , Repubblica di Serbia , Montenegro , Ucraina e Stati Uniti .

Fonte
wikipedia.org