Carbone, petrolio, plastica i protagonisti del cambiamento climatico

Tempo di lettura: 1 minuto

Le emissioni di carbone sono diminuite dello 0,9%, principalmente a causa di forti cali negli e in (entrambi circa il 10%). La Cina e l’India hanno aumentato le emissioni di carbone (rispettivamente 0,8% e 2%), ma meno rispetto agli ultimi anni.

Nella trasformazione del carbonio fumo e vapore producono nerofumo, un ingrediente nella produzione di acciaio; avviene a Hejin, nella provincia dello Shanxi, nella Cina centrale. Un problema non indifferente al .

Il petrolio costituisce la seconda quota più grande di emissioni di , principalmente dai trasporti. A differenza del carbone, tuttavia, le emissioni dal petrolio sono in costante aumento da decenni e non mostrano segni di riduzione. Sono aumentati dello 0,9% quest’anno.

Le vendite di sono in aumento, ma non abbastanza velocemente da compensare la crescente flotta globale di motori a gas e diesel. Il problema dei sono le batterie, il loro smaltimento!

Ad esempio, oltre un milione di veicoli elettrici sono stati venduti l’anno scorso in Cina, il più grande mercato automobilistico del mondo.

“Hanno guidato il mondo negli acquisti di veicoli elettrici”, ha detto Jackson. “Ma hanno ancora messo oltre 20 milioni di a benzina sulle loro strade”.

A livello globale, tuttavia, la maggior parte del sta alimentando nuove centrali elettriche, non sostituendo il carbone, ha detto Jackson.

“Non stiamo portando offline i ”, ha aggiunto. “Stiamo solo aggiungendo una nuova produzione”.

Lo stesso modello vale per le , ha affermato. Mentre aumentano le quantità di energia eolica e solare che arrivano online, principalmente soddisfano la crescita della domanda, non sostituendo i combustibili fossili.

“Le politiche pubbliche devono dare molta più importanza alla riduzione diretta dell’uso dei combustibili fossili”, afferma il rapporto.

Fonte
Voanews.com