Canada, Harry e Meghan non saranno sotto protezione; sicurezza a rischio?

Tempo di lettura: 1 minuto

Il smetterà presto di fornire al duca e alla duchessa del Sussex, ha confermato il governo federale. La Royal Canadian Mounted Police (RCMP) fornisce assistenza alla coppia dal loro arrivo in Canada “a intermittenza dal novembre 2019”.

Non era chiaro se i canadesi avrebbero pagato per la loro sicurezza dopo la loro mossa.

La coppia si dimetterà formalmente come senior reali dal 31 marzo.

Non eserciteranno più le funzioni per conto della regina, ma gli accordi saranno rivisti dopo 12 mesi.

Hanno indicato che divideranno il loro tempo tra il e il Nord America.

RCMP ha fornito loro sicurezza su richiesta della polizia metropolitana.

“Il duca e la duchessa del Sussex che hanno deciso di ricollocarsi in Canada a tempo parziale hanno presentato al nostro governo una serie di circostanze uniche e senza precedenti”, ha dichiarato il ministro federale della pubblica sicurezza canadese Bill Blair in una nota giovedì.

“La RCMP è stata impegnata sin dall’inizio con funzionari nel Regno Unito per quanto riguarda le considerazioni sulla sicurezza. Dato che il duca e la duchessa sono attualmente riconosciuti come persone a protezione internazionale, il Canada ha l’obbligo di fornire assistenza di sicurezza in base alle necessità.”

Il primo ministro canadese Justin Trudeau aveva affrontato ripetute domande su chi avrebbe pagato per garantire sicurezza al principe e a sua moglie Meghan.

L’assistenza cesserà nelle prossime settimane, in linea con il loro cambio di status, secondo la dichiarazione di pubblica sicurezza.

La conferma del governo canadese è stata segnalata per la prima volta da CBC News.