California, Badwater: Una gara podistica di 135 miglia nella Death Valley

Dante's View, Death Valley, California A pre-dawn view of Death Valley from Dante's View, a location on the Black Mountains about a mile (1600 meters) above the salt flats of Badwater Basin. The snow dusted Panamint mountains are on the other side of the valley, with huge alluvial fans of eroded debris descending into the valley. Death Valley is the result of the tectonic stretching of the western side of the North American plate. Faults in the Earth's crust combined with twisting motions gave us basins sitting between tilted up mountain ranges. And this particular basin is quite deep. Geologists estimate that there is up to 9000 feet (2700 meters) of eroded debris and volcanic ash below the surface of Badwater Basin, which itself is already 282 feet (86 meters) below sea level.

Tempo di lettura: 2 minuti

Badwater, una corsa su strada annuale di 135 miglia attraverso , , è considerata la podistica più dura del mondo. L’evento di quest’anno si è tenuto dal 15 al 17 luglio 2019.

Badwater è un’insolita ultramaratona in diversi modi.

Per qualificarsi come ultra, come la chiamano i concorrenti, una gara deve essere solo più lunga di una di 26,2 miglia.

Badwater è più di cinque volte quella lunghezza.

Inoltre, molti altri ultras sono gare di su sterrati ombreggiati, ma Badwater si tiene nel deserto del Mojave, che vanta la più alta mai registrata sul pianeta.

I corridori partono dal punto più basso del (Bacino di Badwater, a 280 piedi sotto il livello del mare), quindi salgono a 14.600 piedi attraverso tre catene montuose.

Alla fine, corrono verso la porta del Monte Whitney su un tratto di pavimentazione che presenta salti costanti e dislivelli.

I concorrenti di Badwater devono anche affrontare un esaurimento così grave da indurre allucinazioni.

Ogni anno, fino a 100 corridori vengono selezionati per Badwater dall’organizzatore della gara Chris Kostman. Le regole regolano il ritmo dei concorrenti: ogni corridore deve correre le prime 50,5 miglia a un ritmo di circa 3,6 miglia all’ora o più veloce per effettuare il primo dei tre cut-off e continuare a correre. Poi arrivano ulteriori orari di interruzione a 72 miglia e 90 miglia.

Ogni corridore di Badwater può portare con sé un equipaggio di quattro persone e un veicolo con acqua, cibo e provviste, che possono incontrare il pilota in punti intermittenti lungo il .

Nella Death Valley, le temperature di luglio spesso salgono sopra i 120 gradi Fahrenheit all’ombra . Più è caldo il percorso, più difficile diventa la gara. Nel 2018, Badwater ha registrato la sua massima temperatura di partenza nella storia di 31 anni della gara: 118 gradi. Un record di 30 corridori ha abbandonato.

I concorrenti vanno agli estremi per allenarsi per il caldo.

Nonostante le temperature a tre cifre, l’affaticamento può essere la parte più formidabile della gestione di Badwater.

Solo 932 persone hanno finito la gara di Badwater, di cui 215 e, fra di esse, 50 hanno completato la gara in 36 ore o meno, come hanno fatto nel 2019 Lubetsky e Weiss.

Fonte foto copertina
https://sunrise.maplogs.com