Brasile, programma scolastico per ridurre le malattie cardiovascolari

Tempo di lettura: 2 minuti

Un nuovo presentato al Congresso brasiliano di (SBC 2019) il 21 settembre 2019, mostra che i progetti scolastici che incoraggiano una dieta migliore e più attività possono ridurre tali morti.

Il rapporto presentato al congresso è quello del progetto pilota, che copre 433 studenti, sia maschi che femmine in proporzioni uguali.

L’età media era di 13 anni. Il livello di attività di base era di 40, 60 e 60 minuti a settimana di attività lieve, moderata e vigorosa.

Al contrario, rimasero seduti per circa 360 minuti a settimana. Al contrario, l’OMS raccomanda 300 minuti a settimana di in e adolescenti, che è significativamente al di sopra dei livelli di attività di base nello studio brasiliano.

L’indagine di base sugli alimenti che ha riguardato il cibo consumato il giorno prima dello studio ha rilevato che oltre il 90% dei bambini mangiava riso o amido in qualche forma; Il 70% aveva impulsi; quasi il 70% ha mangiato frutta; circa l’80% aveva carne (rossa o bianca); circa il 50% dei bambini aveva verdure a foglia; lo stesso per qualsiasi caramella; e circa il 40% ha risposto “Sì” a , , bevande ricostituite in polvere e salsicce. Hanno notato un’alta percentuale di alimenti trasformati, che è probabilmente il risultato della facilità di preparazione rispetto alla cottura da zero con alimenti freschi.

CVD è la principale causa di morte nel mondo. Quasi 18 milioni di persone muoiono in questo modo ogni anno, tra cui 370.000 in Brasile. Mentre in Brasile c’è stata una riduzione iniziale del rischio di morte per CVD, questo declino si è ora stabilizzato, suggerendo che l’intervento ha raggiunto il suo limite di terziaria (prevenendo la morte dopo l’insorgenza della CVD).

Oltre il 50% dei brasiliani è troppo grassoccio per la , afferma Dalton Précoma, presidente delle sessioni scientifiche alla SBC 2019. Si stima che circa 3,2 milioni di persone sarebbero vissute più a lungo se fossero state fisicamente attive. Così la Società brasiliana di cardiologia (SBC) ha lanciato il suo progetto Goes to School per colpire i bambini che si trovano su questo percorso autodistruttivo – prima che diventi troppo tardi.

Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), ci sono circa 41 milioni di bambini e neonati obesi o in sovrappeso nel mondo di oggi. Solo due anni fa, il numero era di 32 milioni.

Fonte
news-medical.net