Bolivia, La senatrice Jeanine Añez si è dichiarata presidente ad interim del Paese sudamericano

Tempo di lettura: 1 minuto

“Prenderò tutte le misure necessarie per pacificare il paese”, ha detto la senatrice Jeanine Anez. Con una Bibbia in mano, lei e i suoi sostenitori si sono trasferirti nell’ex palazzo del , Palacio Quemado, dichiarando: “Vogliamo vivere in democrazia, libertà e pace”.

In precedenza, due tentativi del Senato e della Camera dei deputati non sono riusciti a stabilire un quorum, mentre i parlamentari del partito MAS di Morales hanno boicottato la riunione. La Corte costituzionale ha tuttavia dichiarato ammissibile la presa del potere di Añez.

[Aggiornamento] Il capo degli affari esteri in uscita dell’UE, Federica Mogherini, ha dichiarato che l’UE spera che si possano tenere elezioni credibili nel prossimo futuro, ma ha sottolineato l’importanza di “evitare qualsiasi forma di violenza da qualsiasi parte e mostrare un livello di governo che è necessario in questo momento.”

Mogherini ha aggiunto che il blocco stava valutando l’opportunità di inviare una squadra di monitoraggio in caso di un nuovo voto e ha convenuto che “se le condizioni sono giuste, saremo pronti a lavorarci”.

Fonte