BMW e Daimler rafforzano la collaborazione nel settore elettrico

Tempo di lettura: 2 minuti

e Daimler stanno rafforzando la loro già annunciata di veicoli autonomi, poiché le due società cercano di lanciare la loro tecnologia di guida autonoma di prossima generazione nelle entro il 2024.

Le due case automobilistiche hanno annunciato una partnership a febbraio sullo sviluppo di veicoli autonomi di nuova generazione, insieme a un protocollo d’intesa. Oggi hanno annunciato un contratto per la “a lungo termine” su tale sviluppo automatizzato.

La versione ufficiale di BMW e Daimler ha dichiarato che le due società:

“… si concentrerà sullo sviluppo congiunto di tecnologie di prossima generazione per i sistemi di assistenza alla guida, guida automatizzata su autostrade e parcheggio automatizzato (tutto al livello 4 SAE). Inoltre, sono previsti ulteriori colloqui per estendere la cooperazione a livelli più elevati di automazione nelle aree urbane e nei centri urbani. Ciò sottolinea la natura a lungo termine e duratura dell’impresa, che si estenderà fino a comprendere una piattaforma scalabile per la guida automatizzata. La cooperazione non esclusiva è aperta anche ad altri OEM e partner tecnologici, con risultati resi disponibili ad altri OEM su licenza. ”

BMW e Daimler puntano a un “rapido lancio sul mercato” della tecnologia di nuova generazione, affermando che ” dovrebbe essere presente nei sistemi di autovetture per clienti privati ​​a partire dal 2024″. Tale tecnologia sarà implementata in modo indipendente nei veicoli BMW e Daimler, come ci si potrebbe aspettare.

Entrambi i – insieme ad , FCA e e diverse altre società – hanno pubblicato all’inizio di questa settimana un libro bianco intitolato Safety First for Automated Driving , che tratta i metodi di sicurezza nello sviluppo di veicoli a guida autonoma.

Prima di annunciare la loro partnership automatizzata all’inizio di quest’anno, BMW e Daimler hanno anche annunciato una partnership per la mobilità elettrica da $ 1 miliardo. Tale sforzo si concentra sulla ridesharing, sulla ricarica e altro ancora.

Mentre alcuni potrebbero essere sorpresi di vedere i rivali di lunga data collaborare su così tante cose, non è certamente una rarità nello sviluppo autonomo. Sempre più case automobilistiche sono in combutta quando si tratta di guida autonoma. Per lo meno, più case automobilistiche si collegano con le stesse compagnie autonome.

Daimler sta già lavorando con Bosch e BMW ha stretto una partnership con Intel / Mobileye e Delphi , oltre a Nauto , che ha ricevuto investimenti anche da GM e Toyota.