Bici da corsa, esistono copertoni antiforatura?

Tempo di lettura: 3 minuti

Un blog, composto da tre professionisti stranieri, svolge periodicamente dei test concretamente utili ed interessanti. Per quanto concerne i montati su , spesso chi svolge attività amatoriale vorrebbe un mix di , , .

La domanda è palese, ovvero esistono copertoni di questo tipo? Prima di tutto se esistessero questa tipologia di copertoni essi dovrebbero avere un maggior spessore del battistrada, con strati aggiuntivi anti foratura, ed un TPI elevato.

Ma non è tutto qui, poiché i molti utenti che seguono il nostro magazine, sono pignoli, come lo siamo noi, aggiungiamo a quanto descritto sopra la ‘resistenza’ laterale del copertone, ovvero uno strato protettivo e rinforzante per le spalle che sono le parti più deboli e quindi maggiormente soggette a forature o strappi.

A questo punto sorge la domanda, ma a quali marchi devo rivolgermi per l’acquisto. Dunque noi, nel corso degli anni, abbiamo testato numerosi copertoni sulle nostre bici da corsa (anche mtb), arrivando alla conclusione che vi sono pochi marchi disponibili sul mercato (parliamo di quello italiano) i quali effettivamente possono, in un modo o nell’altro, dare un mix di ciò che cerchiamo nei copertoni.

In pratica, grazie al blog di tre ciclisti esperti, i quali si son presi la briga di fare un testo tecnico efficace, abbiamo finalmente una seria classifica sui copertoni per bici da corsa, progettati con specifiche tali da offrire la più alta resistenza alle forature.

Ma quali sono i che sono risultati i migliori? Ecco la lista: Continental, Michelin, Pirelli e Schwalbe.

Qualcuno obietterà, poiché esistono sul mercato (estero ed anche italiano) altre marche, ma in questo post ci dedicheremo soltanto a quanto svolto dal test del blog bicyclerollingresistance.com.

Il test prende in considerazione alcuni parametri ben precisi, ovvero:

Resistenza battistrada
Resistenza spalle
Tpi
Peso (grammi)
misura
Spessore battistrada
Spessore spalle

Pertanto la classifica, secondo il suddetto test del blog sopra indicato, per i copertoni da anti foratura, è la seguente:

Continental Gatorskin, il più resistente con camera d’aria. 240gr.

Continental Gran Prix 4 II. 240gr.

Michelin PRO 4 Endurance, il più resistente nelle spalle e il più veloce. 245gr.

Pirelli Cinturato Velo TLR, il Ready più resistente. 290gr.

Schwalbe Durano Plus. 380gr.

L’indice misura la resistenza alle forature sia per il battistrada che per le spalle del copertone.

Ma com’é realizzato questo test ? Possiamo fidarci?

Dunque il test è condotto utilizzando un ago in acciaio spesso 1mm, a cui viene aggiunto del peso (vedasi foto di copertina).

Il test viene ripetuto per 10 volte.

Un punteggio di 10 significa che per bucare la gomma è necessario utilizzare il doppio del peso rispetto ad un copertone con punteggio 5.

Trovate tutti i dettagli del test (Puncture Resistance Test) sul blog.

La resistenza al rotolamento non è la caratteristica migliore di questi copertoni, ma è ovvio che, scegliendo il fattore ‘prestazioni’, dobbiamo mettere in conto anche le cosiddette ‘forature’ avendo spessori minori del battistrada.

Per chi desidera un compromesso, ovvero resistenza, rotolamento, sicurezza, ecc. nei vari forum ciclistici consigliano il Continental Grand Prix 4000 S II, sostituiti da recewnte (2019) dal Continental Grand Prix 5000.

Di seguito un video inerente ai Continental Prix 4000 S II, considerati da numerosi ciclisti, nel mondo, i migliori:

Il 4000 S II della Continental risulta essere anche il più scorrevole, composto da una mescola chiamata BlackChili che serve anche a garantire al copertoncino la massima aderenza.

La mescola BlackChill garantisce un numero di chilometri superiore rispetto a mescole tradizionali e la stessa performance del copertone dal primo all’ultimo chilometro.

La Continental produce anche un polimero liquido-cristallino (LCP) identificato in Vectran, cioé uno strato multi-filamento che ricorda la tela di un ragno. Con questo layer Continental ha ottimizzato resistenza e leggerezza aumentando la protezione contro le forature senza introdurre resistenza al rotolamento.

Purtroppo le spalle sono il punto debole, in quanto hanno una resistenza alle forature non elevatissima, ma è un compromesso per garantire la giusta scorrevolezza al copertone.

L’usura di questo copertone della Continental è di 6/7000 km, comunque si può vedere lo stato di utilizzo mediante dei ‘buchini’ che indicano il livello del battistrada e quando procedere alla sostituzione.

Cosa sappiamo del nuovo copertone Continental 5000 ? Ecco un video:

Che cosa riferisce l’azienda Continental su questo copertone?

Le innovazioni applicate e dichiarate portano a ‘notevoli’ migliorie delle prestazioni:

12% in meno di resistenza al rotolamento,
20% in più di resistenza alle forature,
15 grammi in meno di peso,
Migliore aderenza in curva grazie alla tecnologia Lazer Grip,
Maggiore assorbimento delle vibrazioni grazie alla tecnologia Active Comfort.

Cosa dicono i ciclisti che le stanno utilizzando?

La aderenza in curva,
La comodità del copertone,
La tecnologia antivibrazione che consente di mantenere la posizione aerodinamica.

Non viene percepita la miglioria sulla scorrevolezza è sulle forature c’è qualche dubbio rispetto al predecessore 4000 S II.