Autorità statunitensi indagano sull’airbag di 12,3 milioni di veicoli

Tempo di lettura: 2 minuti

Le autorità statunitensi stanno indagando sul possibile malfunzionamento degli airbag di 12,3 milioni di veicoli prodotti con le unità di controllo della società ZF-TRW, che potrebbero causare il fallimento dell’attivazione del sistema. I veicoli coinvolti appartengono ai marchi Kia, Chrysler, Mitsubishi, Hyundai, TRW Automotive, Honda e Toyota e la ricerca riguarda le auto prodotte tra il 2010 e il 2019.

L’Amministrazione nazionale per la sicurezza stradale (NHTSA) ha pubblicato martedì sul proprio sito web il riassunto delle indagini, che afferma che il 19 aprile è stato esteso al livello di “analisi ingegneristica” per “includere il fornitore e qualsiasi produttore chi ha installato questa unità in veicoli di produzione. ”

La ricerca si concentra sulla componente elettrica che controlla i segnali dei sensori di impatto del veicolo. Il suo fallimento potrebbe far sì che gli airbag non si attivino, ha detto NHTSA nel documento.

Secondo le indagini preliminari, alcune unità di controllo airbag prodotte da ZF-TRW sono state danneggiate quando il veicolo ha subito un incidente, soprattutto se si tratta di un impatto frontale “, anche se la probabilità che ciò accada sembra essere bassa”.

Kia, Hyundai e Chrysler hanno già fatto chiamate per rivedere il difetto.

La chiamata di ritiro Chrysler è avvenuta a settembre 2016 per riparare i veicoli dal 2010 al 2014, ha detto la NHTSA.

Ha aggiunto che “recentemente, il Bureau of Defect Research (della NHTSA) ha identificato due casi di notevoli impatti frontali (uno dei quali con decessi) con veicoli Toyota” in cui si sospetta che l’unità di controllo non sia riuscita ad attivare il airbag.

I due impatti furono da Toyota Corolla 2018 e 2019 veicoli.

NHTSA ha indicato che sebbene non abbia riscontrato lo stesso problema in altri veicoli prodotti con l’unità di controllo di ZF-TRW, vuole valutare la suscettibilità del sistema a guasti causati da segnali elettrici generati come conseguenza di impatti o qualsiasi altra ragione.

Fonte EFE / servidornoticias.com