Autorità bancaria europea

Tempo di lettura: 2 minuti

L’ ( ABE ) è un’agenzia di regolamentazione dell’ con sede a Parigi . Le sue attività comprendono lo svolgimento di stress test sulle per aumentare la del sistema finanziario europeo e identificare le debolezze delle strutture patrimoniali delle banche.

L’ABE è stata istituita il 1 ° gennaio 2011, data in cui ha ereditato tutti i compiti e le del comitato delle autorità europee di vigilanza bancaria (CEBS). Dopo il ritiro del Regno Unito dal referendum dell’Unione Europea, l’agenzia si è trasferita a Parigi.

Il compito principale dell’ABE è di contribuire, attraverso l’adozione di standard tecnici vincolanti (BTS) e linee guida, alla creazione del Quaderno unico europeo nel settore bancario. Il Single Rulebook mira a fornire un unico insieme di norme prudenziali armonizzate per le istituzioni finanziarie in tutta l’UE, contribuendo a creare condizioni di parità e offrendo un’elevata protezione a depositanti, investitori e consumatori. [4]

L’Autorità svolge inoltre un ruolo importante nel promuovere la convergenza delle pratiche di vigilanza al fine di garantire un’applicazione armonizzata delle norme prudenziali. Infine, l’ABE ha il compito di valutare i rischi e le vulnerabilità nel settore bancario dell’UE attraverso, in particolare, relazioni periodiche di valutazione dei rischi e prove di stress paneuropee .

Altre attività stabilite nel mandato dell’ABE comprendono:

indagare sulla presunta applicazione errata o insufficiente del diritto dell’UE da parte delle autorità nazionali

prendere decisioni dirette a singole autorità competenti o istituti finanziari in situazioni di emergenza

mediare per risolvere i disaccordi tra autorità competenti in situazioni transfrontaliere
fungendo da organo consultivo indipendente per il , il Consiglio o la Commissione.

assumere un ruolo guida nel promuovere la trasparenza, la semplicità e l’equità nel mercato dei prodotti o di consumo nel mercato interno.

Per svolgere questi compiti, l’ABE può produrre una serie di documenti normativi e non regolamentari, inclusi standard tecnici vincolanti, linee guida, raccomandazioni, pareri e relazioni periodiche o ad hoc.

Le norme tecniche vincolanti sono atti giuridici che specificano aspetti particolari di un testo legislativo dell’UE (direttiva o regolamento) e mirano a garantire un’armonizzazione coerente in settori specifici.

L’ABE elabora progetti di BTS che sono infine approvati e adottati dalla . Contrariamente ad altri documenti come linee guida o raccomandazioni, i BTS sono giuridicamente vincolanti e direttamente applicabili in tutti gli Stati membri.

L’ABE ha il potere di scavalcare i regolatori nazionali se non riescono a regolare correttamente le loro banche. L’ABE è in grado di prevenire l’arbitraggio regolamentare e dovrebbe consentire alle banche di competere equamente in tutta l’UE.

L’ABE impedirà una corsa verso il basso perché le banche stabilite in giurisdizioni con meno regolamentazione non saranno più a un vantaggio competitivo rispetto alle banche con sede in giurisdizioni con più regolamenti poiché tutte le banche dovranno d’ora in poi rispettare lo standard paneuropeo più elevato.

Fonte
wikipedia.org