Audi TT Coupé e cabrio, un gruppo di amici toscani si incontrano per divertimento

Tempo di lettura: 1 minuto

BREVE STORIA. La progettazione di un’ con linea sportiva e dalle prestazioni elevate, fu inizialmente osteggiata dai vertici e, per questo motivo, i progettisti, con il solo appoggio del presidente Ferdinand Piech, nipote del famoso F. Porsche, elaborarono il progetto praticamente di nascosto, nel Centro Design di Simi Valley, situato in California.

Il curatore del design esterno era Thomas Freeman, mentre Romulus Rost si interessava per quello degli interni. La presentazione del prototipo (di quella che sarà poi l’ Mark 1) fu nel settembre del 1995, al Salone dell’auto di Francoforte.

Quasi futuristica allora, non fu neppure presa in considerazione per la vendite da parte degli azionisti Audi poiché il progetto fu ritenuto troppo innovativo (e quindi commercialmente rischiosissimo). Fu commercializzata solo sul finire del 1998, senza modifiche estetiche rispetto al prototipo, e all’inizio, l’unico motore per la TT Mark1 era un 1781 cm³ a benzina con turbocompressore.

La nostra avventura per la Audi & Coupè inizia, nel pieno scetticismo della casa madre e della filiale italiana di Verona.

Sappiamo di non essere considerati, ma un giorno tutto questo sarà compreso.

Quindi, siamo un gruppo indipendente di proprietari di questa vettura, non siamo sponsorizzati da nessuno (concessionari compresi).

Ci incontreremo per divertimento.

.^.