Aston Martin V12 Speedster

Tempo di lettura: 2 minuti

L’ ha rilasciato un’immagine teaser di un nuovissimo V12 a due posti ispirato al DBR1 vincitore di Le Mans del 1959. Saranno prodotti solo 88 esemplari della V12 Speedster ed uscirà sul mercato nel .

Celebrando “il ricco patrimonio agonistico di Aston Martin combinato con un linguaggio di design moderno”, la V12 Speedstar traccia parallelismi significativi con DBR1, l’unico vincitore assoluto di Le Mans di Aston fino ad oggi, e il concetto di CC100 Speedster, presentato nel 2013 come celebrazione dell’anno centenario di Aston .

Pochi dettagli, oltre al disegno di assieme, sono stati rivelati, sebbene Aston abbia confermato che l’unità gemellata turbocompressa da 5,2 litri nel cuore dell’alone DB11 e una trasmissione automatica a otto velocità ZF costituiranno la trasmissione. I dati relativi alle prestazioni rimangono sotto copertura, con una proposta di coppia da 700 CV e 700 Nm (516 lb ft).

Le consegne dovrebbero iniziare all’inizio del prossimo anno, con ciascuno degli 88 esemplari che verranno costruiti a mano entro la fine dell’anno.

Progettato da Ted Cutting e costruito nel 1956, furono costruiti solo cinque esempi di DBR1, quattro dei quali gestiti dal team Aston Martin della fabbrica . Ognuno presentava un sei cilindri interamente in alluminio – originariamente da 2,5 litri ma aumentato a 3 litri dal 1958 in poi – un telaio spaziale multi-tubolare e un cambio manuale a cinque velocità costruito da David Brown. Accanto alla sua famosa vittoria di Le Mans del 1959 – collezionata da Carroll Shelby e Roy Salvadori – la DBR1 ha conquistato tre volte il Nürburgring 1000 km durante i suoi quattro anni di produzione. Rimane anche una delle sole tre auto a vincere sia Le Mans che il World Sports Car Championship nello stesso anno negli anni ’50.

Testo e Immagine per gentile concessione di Aston Martin